“Una persona ferita a terra, solo un autista l’ha soccorsa”: l’amarezza per l’indifferenza di chi ha visto la scena

OVADA – “Non va bene”. Un cittadino ovadese, Cristian, ha raccontato con amarezza sul gruppo Facebook Ovada Sicura, un episodio emblematico sul “menefreghismo” avvenuto questa mattina in citta. “Intorno alle 10 sul ponte sull’Orba in piazza Castello una persona in bicicletta è caduta provocandosi delle lesioni, a quanto mi è stato detto, vistose. Nonostante il traffico di autovetture sul ponte” ha aggiunto Cristian nessuno si è fermato ad aiutare questa persona e ad allertare i soccorsi. L’unico veicolo che si è fermato a soccorrerla è stato un bus della S.A.A.M.O., il tutto sempre nell’indifferenza di tutti gli altri veicoli che continuavano a transitare e che hanno anche pensato che fosse stato il bus ad investire l’uomo”.

“Un plauso va all’ autista del bus della S.A.A.M.O. che giustamente si è fermato, ha soccorso e chiamato i soccorsi per questa persona ferita ma quello che più fa riflettere e inorridire è che nessun altro, né prima, né dopo che si è fermato il bus, ha prestato soccorso a questa persona riversa a terra in strada. Tralasciando il fatto che non soccorrere una persona a terra è reato di omissione di soccorso, quanto accaduto oggi rappresenta un episodio di mero menefreghismo verso una persona, che tra l’altro non era caduta giù da una rupe per cui nessuno poteva vederla o sentirla ma riversa a terra in una strada molto trafficata”.

Foto di repertorio

adv-37