Fabbrica Sostenibile: il 30 settembre l’evento promosso da Confindustria alla Euromac di Villanova
adv-433

PROVINCIA DI ALESSANDRIA – Si avvicina sempre di più l’appuntamento con “Fabbrica Sostenibile” 2022, previsto il prossimo 30 settembre all’impresa leader di quest’anno, la Euromac di Villanova Monferrato. L’annuncio della location dell’evento promosso da Confindustria Alessandria è stato dato durante l’ultima tappa di avvicinamento proprio a questo appuntamento, il webinar organizzato lo scorso martedì dove si è parlato di bilanci di sostenibilità e investimenti sostenibili. Nei precedenti incontri, attraverso le testimonianze degli industriali, l’analisi si è concentrata sui temi dell’energia sostenibile, delle nuove logiche organizzative adottate dalle imprese sostenibili, e sull’economia circolare.

“La sostenibilità è un obiettivo che le imprese di ogni dimensione dovranno raggiungere – ha spiegato Maurizio Miglietta, Presidente e Amministratore Delegato di Euromac di Villanova Monferrato, leader di Fabbrica Sostenibile 2022, in apertura dell’incontro – In Euromac è un percorso sfidante e che prevederà anche un Bilancio di sostenibilità per il quale ci stiamo preparando. Intanto, ospiteremo il 30 settembre nel nostro stabilimento l’evento annuale di Fabbrica Sostenibile, a conclusione di un ampio confronto a tappe che in questi mesi abbiamo sviluppato sulle tematiche più attuali, e al quale hanno partecipato le imprese sostenibili di Confindustria Alessandria”.

L’approfondimento dell’ultima riunione è stato dedicato ai bilanci di sostenibilità, ai rischi e alle opportunità legati agli ESG, acronimo di Environmental, Social and Governance. ESG è un rating che misura la sostenibilità degli investimenti. “Il bilancio delle imprese riserverà sempre maggiore spazio agli ESG – ha spiegato Matteo Ferraris dell’Ufficio Fiscale di Confindustria Alessandria – La declinazione delle performance aziendali su questi criteri verrà stimolata dalle richieste del mondo finanziario, pressato da una nuova regolamentazione europea ma anche da nuovi obblighi normativi che, per le realtà più dimensionate, renderanno obbligatoria la rendicontazione di sostenibilità”.

adv-422

Sono state illustrate agli imprenditori le evoluzioni in corso, gli strumenti codificati per raccogliere e analizzare i dati, in che cosa consiste un bilancio di sostenibilità, e come preparare l’impresa a questo sistema strumentale. “Le imprese operano in un nuovo contesto e in uno scenario complesso – ha sottolineato Sergio Vazzoler di Amapola – globalizzazione, crisi climatiche e normative stringenti, crisi internazionali, costi energetici e delle materie prime, più attenzione dei consumatori verso gli aspetti ambientali. L’impatto degli indicatori ESG riguarderà a breve ogni impresa che richiede finanziamenti. Il lato positivo è che di fronte a norme sempre più stringenti le imprese colgono opportunità di investimenti green e anticipano tendenze irreversibili preparandosi a farsi trovare con le carte in regola. Il bilancio di sostenibilità non è un punto di arrivo ma è una leva per evolversi, dalla quale partono piani e strategie ambientali e sociali che proiettano l’impresa nel futuro. Vale per le imprese di ogni dimensione ed è richiesto dai mercati e dai consumatori. È uno strumento di verifica e di miglioramento ma è altrettanto importante valorizzare lo sforzo organizzativo e gestionale comunicandolo al pubblico più vasto”. Su queste tematiche si è sviluppato un dibattito con gli imprenditori, sui bilanci sostenibili e sui contenuti della normativa.

L’appuntamento del 30 settembre alla Euromac sarà trasmesso in diretta video streaming sul nostro sito.