Un bus in meno da Valenza verso Alessandria: scattano le proteste
adv-731

ALESSANDRIA – Stupore e rabbia questa settimana per lavoratori e studenti che da Valenza prendono il bus per raggiungere Alessandria. A determinare questo stato d’animo l’improvvisa assenza di una delle due corse delle sette di mattina.

adv-187

Dal 19 settembre, ha spiegato la nostra lettrice Barbara, sarebbe stata soppressa la corsa delle 7.10, sempre attiva, cui si aggiungeva, nel periodo scolastico, quella delle 7.05. Il risultato però, rileva Barbara, è che ora la presenza di un unico bus in quell’orario, da Valenza ad Alessandria, ha determinato un sovraffollamento del mezzo di Amag Mobilità. “Studenti e lavoratori sono stati accorpati e molti sono costretti a stare in piedi già alla seconda fermata di Valenza“, continua la lettrice, che evidenzia “problemi di sicurezza e incolumità in caso di frenate improvvise“. L’azienda ha confermato la soppressione di una delle corse ma ha spiegato che il limite di capienza è monitorato e al momento non è mai stato superato. In particolare in precedenza erano previsti due bus da 30 persone ora sostituiti con uno unico da 79 posti, di cui 46 seduti e 33 in piedi. Nella giornata di oggi, come comunicato dall’autista, il bus ha rispettato il limite dei 79 posti.