Ospedale Alessandria: lavori di efficientamento energetico. Via S. Caterina da Siena chiusa dalle 7 alle 17

ALESSANDRIA – Dal 1^ settembre sono iniziati i lavori di efficientamento energetico volti a rendere la struttura dell’Ospedale Civile di Alessandria meno dispendiosa in termini energetici. Previsti la realizzazione di un “cappotto termico” per il “Monoblocco” dell’Ospedale Civile “SS. Antonio e Biagio”, la sostituzione degli infissi e l’isolamento termico del “Monoblocco”, oltre alla realizzazione di un impianto fotovoltaico sul tetto dell’Ospedale Civile e Infantile. Per questo motivo da venerdì via S. Caterina da Siena sarà chiusa dalle 7 alle 17. 

Si tratta di opere di grande impatto che si inseriscono nel percorso che l’Azienda Ospedaliera di Alessandria ha avviato fin dai primi anni Novanta con l’attivazione di una prima centrale di cogenerazione, proseguito con un contratto decennale avviato nel 2008 che ha permesso l’incremento del comfort ambientale e la razionalizzazione di impianti elettrici e termomeccanici, con l’obiettivo di conseguire importanti risparmi energetici e gestionali. Questi interventi hanno generato positivi risultati in termini di risparmio energetico: tra il 2008 e il 2018 l’Azienda ha registrato un aumento delle volumetrie pari al 10,4% e un aumento del fabbisogno frigorigeno pari al 63% rispetto a quello di inizio contratto, con un conseguente aumento di fabbisogni energetici. Nonostante tali incrementi il consumo di energia termica è risultato pressoché costante nel corso degli anni e inferiore rispetto al dato di partenza del 2006/2007, mentre per effetto della cogenerazione l’energia elettrica acquistata è risultata essere notevolmente inferiore. I lavori che saranno realizzati da oggi al 2024 consentiranno un risparmio annuo di 1.996,48 TEP per un totale di 25.635,40 mq efficientati, che possono essere quantificati in 25.000 piante risparmiate ogni anno.

“Abbiamo investito con forza in un percorso strategico che caratterizza questa Azienda da anni” ha sottolineato Valter Alpe, direttore generale dell’Azienda Ospedaliera di Alessandria “un percorso virtuoso che ha già dimostrato con i dati il risparmio economico e per l’ambiente. Grazie ai nuovi lavori proseguiremo su questa linea, consci dei disagi correlati ai lavori di riqualificazione e ammodernamento che potranno subire i pazienti del nostro ospedale e la comunità di cui ci scusiamo anticipatamente”.