Acqui, domani riaprono le terme dopo una lunga attesa e diversi rinvii

ACQUI TERME – Lunedì 3 ottobre sarà una data importante per la città di Acqui. Dopo una lunga attesa, diversi rinvii e imprevisti la società Terme ha annunciato l’apertura dell’impianto al pubblico. 

adv-279

La città di Acqui ha dovuto pazientare molto, dato che l’apertura era stata slittata di circa un mese, ad inizio settembre infatti la società che gestisce l’impianto aveva reso noto l’impossibilità dell’apertura a causa di danni all’impianto idrico ed elettrico.

Ora è tutto pronto e UIL TUCS (Unione Italiana Lavoratori Turismo Commercio Servizi) ha voluto manifestare la propria soddisfazione attraverso una nota ufficiale: “Come UILTUCS crediamo che questa riapertura sarà vissuta sicuramente come un segnale positivo per tutti: dai lavoratori ma anche dall”intera città. Il nostro lavoro, come Organizzare Sindacale, però non termina qui. Riaprire le porte è solo l’inizio di un percorso condiviso che metterà sempre al centro l’occupazione e l’economia del nostro territorio che ha bisogno, finalmente, di una boccata di ossigeno. Presto auspichiamo un tavolo condiviso con tutte le parti (Azienda e Regione Piemonte)per concretizzare un piano di rilancio che consenta di avere progetti a lungo periodo. Maura Settimo Segretaria Generale UILTUCS Alessandria”.

Ha commentato la ripartenza anche il neo Sindaco di Acqui Terme Danilo Rapetti: “è un momento molto importante per la città, dopo la pandemia, le tensioni tra la città e le terme, la mancata collaborazione con la scorsa amministrazione, i licenziamenti e le incomprensioni un rinnovato dialogo con la proprietà sta cominciando a portare i suoi frutti”. Lo stesso primo cittadino si sofferma anche sull’apertura rinviata di un mese: “avremmo tutti preferito avere le Terme aperte già a settembre, un mese che storicamente porta grandi numeri per la clientela, purtroppo però non è stato possibile a causa della manutenzione straordinaria. Questo però non è il tempo di quello che sarebbe potuto essere ma bensì un tempo di continuità per le Terme che darà grande soddisfazioni anche per le stagioni future”. Lo stesso Rapetti conclude le sue riflessioni con una speranza: “Il dialogo con la società procede sereno, e per questo speriamo di poter fare nuovi e importanti annunci nei prossimi mesi”.