Indice criminalità Sole24ore: Alessandria al 45esimo posto

ALESSANDRIA – La classifica sulla criminalità realizzata dal Sole24ore, sulla base dei dati del Viminale, consegna una situazione complessiva in Italia che evidenzia un incremento dei reati in misura superiore ai tempi pre-covid. Milano è la città più problematica, seguita da Rimini e Torino. Alessandria si colloca al 45esimo posto con un totale di 12.928 denunce, contro il 51esimo posto dell’anno scorso quando si registrarono 11.391 denunce. Una situazione quest’ultima che tuttavia va contestualizzata: il raffronto 2020-2021 infatti è falsato dal periodo covid quando si registrò un brusco abbassamento dei reati. Nel confronto col 2019, fuori dalla pandemia, infatti, Alessandria risulta comunque in miglioramento.

Tornando ai numeri e alle tipologie di denunce i dati più allarmanti derivano dai furti in esercizi commerciali (137 denunce), che collocano la città al 13esimo posto della classifica generale. Questa situazione si affianca ai furti in abitazione con ben 291 denunce (21esimo posto) cui si aggiungono le rapine in abitazione (ottavo posto). Sono alti anche i dati sui furti con destrezza (33esimo posto) e i furti in generale (41esimo posto). Nell’ambito dei reati predatori spiccano anche i furti con strappo (29esimo posto). Nella classifica alessandrina risaltano poi i tentati omicidi che piazzano il territorio al 19esimo posto.

Tra le numerose voci balza agli occhi anche il numero di omicidi stradali, ben 14 denunce che relegano il territorio all’ottavo posto della classifica. L’Alessandrino è la terza città del Piemonte con il maggior numero di denunce, dietro a Torino e Novara.

adv-579