CASTELLETTO D’ORBA – Un tir, che procedeva contromano sull’A26 nei pressi del comune di Castelletto D’Orba, è stato bloccato questa notte, verso l’1.30, giovedì 6 ottobre 2022, dalla sottosezione della Polizia Stradale di Ovada. Gli agenti hanno notato in lontananza, nei pressi della progressiva chilometrica 37+800 della A/26 Nord, i fari di un veicolo industriale che viaggiava in senso di marcia opposto. Gli agenti sono riusciti, con non poche difficoltà, a fermare il veicolo, una bisarca di nazionalità della Repubblica Ceca. Gli agenti, dopo esser riusciti a fermare il mezzo sulla corsia di emergenza, hanno informato immediatamente il Centro operativo polizia stradale di Genova che ha inviato la viabilità autostradale sul posto.

Grazie al “dispositivo attivato, assicurando una sinergia operativa collaudata, anche con la sala radio della concessionaria autostradale“, fa sapere la polizia, ha consentito “di predisporre un servizio di chiusura di alcuni svincoli e, operando un safety car, di portare il tir fino al parcheggio ‘San Carlo'” dove ha fatto manovra mettersi nel corretto senso di marcia”.

adv-597

Da quanto emerso, il conducente, B.V. di nazionalità ucraina, mentre stava percorrendo la bretella autostradale A/7-26 ovest diretto verso la Spagna, giunto all’altezza dello svincolo di immissione direzione A/26 sud a Predosa, in conseguenza della chiusura, ha proseguito verso lo svincolo d’immissione per l’A/26 direzione nord e, approfittando dello slargo, ha invertito il senso di marcia, interpretando erroneamente le indicazioni del navigatore, trovandosi a percorrere la carreggiata nord nella direzione opposta.

Poco dopo è stato fortunatamente individuato e fermato dalle pattuglie di polizia stradale. Il conducente è stato sanzionato col pagamento di un importo compreso tra un minimo di euro 2.728 euro ad un massimo di 10.914,67 euro, con il fermo amministrativo del veicolo per tre mesi e la segnalazione per la revoca della patente.