Pomellato acquisisce una quota della valenzana Costanzo & Rizzetto: Valenza è sempre più città dell’oro
adv-181

VALENZA – Importante novità per il mondo orafo di Valenza che vede diventare protagonista del tessuto economico produttivo anche il celebre marchio Pomellato, maison milanese di gioielleria entrata nel Gruppo Kering nel 2013. Pomellato ha infatti avviato una partnership societaria a lungo termine con la valenzana Costanzo & Rizzetto, azienda figlia del lavoro e dell’artigianalità maturata negli anni ’70 e poi esplosa definitivamente negli anni ’90. Per rendere ancora più rilevanti le proprie capacità produttive il brand Kering ha acquisito una quota di minoranza del capitale dell’azienda orafa di Valenza che permetterà in questo modo di accrescere il marchio milanese conferendo un valore aggiunto, in qualità di know-how artigianale nell’arte orafa.

Si tratta di un passo fondamentale per lo sviluppo di Pomellato – ha spiegato Sabina Belli, amministratore delegato di Pomellato. Siamo molto contenti che Davide Costanzo e Gregorio Rizzetto siano diventati nostri partner. Il percorso che ci aspetta è emozionante e le reciproche expertise unite alle future sinergie faranno fare un passo in avanti a tutto il nostro processo produttivo”.

L’azienda valenzana Costanzo & Rizzetto è una realtà in continua espansione e solo due anni fa, nel 2020, ha allargato ulteriormente gli spazi produttivi passando da 500 metri quadri agli attuali 1200. L’arrivo di Pomellato si inserisce in uno scacchiere sempre più vitale del mondo orafo valenzano costituito da Bulgari, Cartier e Damiani, confermando sempre di più il ruolo centrale di Valenza nel settore del lusso.

adv-739

Foto di copertina tratta dalla pagina Facebook di Costanzo & Rizzetto