Mollano tutto per viaggiare (e vivere) su una Renault 4. La storia di Sebastian, Yasmine e della loro R4 comprata a Valenza

VALENZA – Ha ancora la vecchia targa “AL” la Renault 4 che due fidanzati di Bergamo, Sebastian e Yasmine,  hanno camperizzato per girare il mondo. L’utilitaria, vera e propria icona per molti appassionati di auto, è il motore del progetto “TourboLento in R4” e da qualche mese anche “la casa” della coppia. Sebastian e Yasmine hanno deciso di mollare” la loro vita nella pianura bergamasca, vivere “on the road” e raccontare il loro quotidiano su un blog, su Youtube e su una pagina Instagram che oggi conta 66 mila follower.

Negli ultimi video e nelle foto postate sulla rete, la “Quatrelle”, come la chiamano i francesi, è bianca e “brandizzata” dagli sponsor che sostengono il viaggio di Sebastian e Yasmine. Quando girava per le strade di Valenza, e ancora sei anni fa quando Sebastian l’ha acquistata proprio nella città dell’oro, la R4 era rossa. Era stato proprio il colore a colpire il metalmeccanico. Cercava un’auto per andare a lavorare che l’aiutasse a spezzare il tran-tran quotidiano e il “grigiume” della pianura bergamasca d’inverno e quando ha visto la Renault 4 rossa in vendita a Valenza è stato “subito amore“.


Già il primo viaggio dalla città dell’oro a Bergamo è stata “un’avventurain quell’utilitaria certamente iconica ma decisamente spartana negli optional. Da allora Sebastian e la sua R4 hanno poi vissuto molti altri viaggi avventurosi, soprattutto da quando è salita a bordo anche Yasmine. Entrambi appassionati di viaggi, i due bergamaschi nel 2017 hanno iniziato a sfruttare ogni settimana libera per andare alla scoperta di nuovi posti, sempre a bordo della R4. Hanno girato la Grecia, i Balcani e subito dopo la fine del lockdown hanno macinato 6 mila chilometri lungo lo Stivale per raccogliere fondi per la città di Bergamo, una delle più colpite dalla pandemia ha ricordato la coppia.
adv-826

Dopo un secondo viaggio, nel 2021, alla scoperta delle bellezze italiche, la R4 da quattro mesi attraversa deserti e città del Marocco. La vita in una Renault 4 “è tosta“. I momenti di difficoltà ci sono e Sebastian e Yasmine li raccontano con onestà nei loro diari di viaggio. La coppia cerca “l’autenticità” dei posti e delle persone che incontra lungo la strada piuttosto che i panorami “instagrammabili”.

La scelta di vivere su una Renault 4 non è stata presa “di getto ma è frutto di un “percorso iniziato dopo il primo viaggio”, ormai 5 anni fa. A ogni rientro la coppia ha sentito sempre più forte il desiderio di ripartire e di fronte al pesante rincaro del costo della vita e alla prospettiva altri anni da precaria di Yasmine, insegnante con ben due lauree, e di altri lunghi turni in fabbrica per Sebastian, la coppia ha deciso di disdire il contratto di affitto e “trasferirsi” nella Quatrelle. L’utilitaria consuma poco ma grazie a un impianto Gpl i costi si sono ulteriormente ridotti. Ovviamente Sebastian e Yasmine non si fermano in resort 5 stelle e non si concedono “sfizi” ma nei primi 4 mesi di viaggio in Marocco la spesa è stata “inferiore” a quella che la coppia avrebbe dovuto sostenere per affitto e bollette se fosse rimasta a Bergamo.

Arrivare a “fine del mese” preoccupa anche chi vive viaggiando. Ormai mancano solo una manciata di “visualizzazioni” per cominciare a guadagnare qualcosa con i video su YouTube ma da qualche tempo Yasmine e Sebastian hanno comunque iniziato a lavorare come “copy” per alcune aziende per integrare il “fondo-cassa” della loro vita in R4, che fino ad oggi è andata avanti grazie ai risparmi e ai “Tfr“.

Tra un mese la coppia tornerà a Bergamo: “Ma solo per qualche settimana“. Passate le feste, il progetto “TourboLento in R4” ripartirà, probabilmente alla volta dell’Est Europa.

Sulla Renault 4 salirà a quel punto anche il gatto della coppia, e anche il micio di famiglia andrà a vivere sull’utilitaria camperizzata. Basterà lo spazio? Yasmine e Sebastian non ne sono sicuri e già da qualche tempo stanno pensando di “allargare la casa” e passare dalla R4 alla R4 F6. Sebastian ne ha adocchiata una proprio ad Alessandria: “Chissà, magari quando le finanze ce lo permetteranno, torneremo dalle vostre parti per comprare anche la nostra nuova R4″.