Per la giornata europea degli antibiotici parte campagna informativa social

ALESSANDRIA – Per la Giornata europea degli antibiotici (18 novembre), anche Alessandria sosterrà una campagna informativa per educare i cittadini a un corretto uso di questi farmaci. L’azienda ospedaliera di Alessandria sui propri canali social risponderà infatti ad alcune domande relative a questo tema: “Esiste una relazione tra alimenti e efficacia del farmaco? Non posso mangiare uova perché sto prendendo gli antibiotici? Febbre, mal di gola, mal d’orecchi: subito un antibiotico?”

Tutte domande che troveranno risposta grazie agli approfondimenti dei professionisti. Tra queste, particolare rilievo assumono le iniziative formative, come la sensibilizzazione ai medici di medicina generale predisposta da Cesare Bolla, infettivologo e responsabile del controllo infezioni ospedaliero e del gruppo di lavoro interaziendale sul buon uso degli antibiotici, che spiega: “Ogni giorno in più di antibiotico inappropriato o non necessario aumenta esponenzialmente il rischio di antimicrobico resistenza. Troppo spesso gli antibiotici sono assunti senza avere alcuna indicazione (per esempio per un semplice raffreddore), con posologia e durata scorrette. Da qui è nato il progetto formativo realizzato dal gruppo interaziendale sul buon uso degli antibiotici e rivolto a tutti i medici di medicina generale della provincia di Alessandria. Cinque serate in cui ci si è confrontati sull’uso corretto degli antibiotici nei principali scenari clinici. Ottima la partecipazione. Un punto di partenza per continuare a parlare di antibiotici sul territorio, con nuove progettualità all’orizzonte“.

Da segnalare, inoltre, il corso dedicato all’Antibiogramma promosso dalla struttura di Microbiologia diretta da Andrea Rocchetti, accreditato e disponibile fino al 31 dicembre sul Portale per la Formazione in Sanità della Regione Piemonte per medici, farmacisti e biologi. Il corso di Formazione a distanza permetterà di approfondire proprio la resistenza e il buon uso dell’antibiotico: “Il laboratorio di Microbiologia – ha spiegato Andrea Rocchetti, direttore di Microbiologia e Virologia – svolge un ruolo fondamentale nella sorveglianza delle antibiotico resistenze, in quanto esegue i test di sensibilità agli antibiotici dei microrganismi isolati da infezioni dei pazienti che si rivolgono all’ospedale e ai medici di medicina generale. Il messaggio fondamentale è che senza un buon antibiogramma non abbiamo il polso della situazione”.