I libri da comprare o regalare per le feste di Natale: dai classici a quelli meno scontati

ITALIA – Per la rubrica sui libri consigliati da RadioGold cominciamo col suggerirvi un classico, l’Odissea. Lo facciamo proponendovi un libro confezionato molto bene grazie a una casa editrice che restituisce vigore a mostri sacri della letteratura. Blackie Edizioni ha infatti ideato un percorso inconsueto che reinterpreta i grandi classici come è stato con questa edizione del celebre capolavoro di Omero, stra-attuale ancora oggi. Attraverso un modo scorrevole e affascinante i XXIV canti dell’Odissea vengono riletti sotto forma di prosa, arricchiti da deliziose illustrazioni e note accurate. Vi si aprirà un nuovo mondo.

adv-284

Per i maniaci della pulizia o volete rimettere in ordine il luogo in cui vivete potete andare a botta sicura e acquistare l’ultimo libro del chimico-divulgatore Dario Bressanini. “La scienza delle pulizie” è un concentrato di consigli che cambierà il vostro modo di pulire, sfatando tutti i luoghi comuni che avete maturato nel tempo. Bressanini è noto per i volumi che spiegano in chiave scientifica alcuni momenti del nostro quotidiano. Ha cominciato con la pasticceria, poi con la carne e infine con le verdure.

È invece appena uscito sugli scaffali delle librerie ‘Un’ultima cosa‘ (Feltrinelli), di Concita De Gregorio. Un libro che descrive il femminile e la sua potenza di fuoco. La sua bellezza, la sua forza, la sua luce. Donne che prendono la parola per l’ultima volta e dicono di sé, senza diritto di replica. Donne come Dora Maar, Amelia Rosselli, Carol Rama, Maria Lai, Lisetta Carmi e molte altre, dal Novecento fino ai nostri giorni, fino alla guerra. Dare loro la voce, dice De Gregorio, è “una declinazione del mio bisogno, curiosità, sete esistenziale dedicate sin da ragazza alle grandi storie ispiratrici. Lì cercavo e cerco ancora le risposte fondamentali a domande come ‘perché dovremmo restare al mondo? Qual è la forza che ci tiene sulla terra?’, tipiche di quando sei adolescente e senti tutto contro di te. Allora mi sono messa sulle tracce di chi poteva darmi risposte“. Ciascuna di queste donne si fa avanti durante il proprio funerale per pronunciare un’orazione che è anche una invettiva, parole incendiate di passione ma anche di rabbia per la marginalità a cui la storia le ha relegate – Dora è la musa di Picasso, Amelia l’amica di Pasolini e la figlia di Carlo, Carol l’amica di Warhol… sono sempre qualcosa di qualcuno, di un uomo. Concita De Gregorio ha portato a teatro, rappresentando lei stessa, alcuni di questi soliloqui. In questo libro aggiunge molte altre storie rispetto a quelle incarnate nello spettacolo teatrale, nell’intento di rispondere con la voce di queste donne alla domanda oggi più scottante: dov’è finita l’umanità?

Particolare e delicato è il libro del premio Nobel Annie Ernaux.”Guarda le luci amore mio” con cui l’autrice sceglie di portare alla luce uno spazio ignorato dalla letteratura, eppure formidabile specchio della realtà sociale: l’ipermercato. Ne nasce dunque un diario, in cui Ernaux registra per un anno le proprie regolari visite al ‘suo’ Auchan annotando le contraddizioni e le ritualità ma anche le insospettate tenerezze di quel tempio del consumo. Da questa “libera rassegna di osservazioni” condotta tra una corsia e l’altra – con in mano la lista della spesa -, a contatto con le scintillanti montagne di merci della grande distribuzione, prende vita “Guarda le luci, amore mio”, una riflessione narrativa capace di mostrarci da un’angolazione inedita uno dei teatri segreti del nostro vivere collettivo.

La storia d’amore che ti cambierà la vita‘ (Sperling & Kupfer), di Francesco Sole è un racconto che narra la bellezza e le paure dell’amore. Adrian è uno di quei giovani che sembrano più maturi dell’età che hanno: elegante, ambizioso, determinato, sempre impeccabile. Carla, al contrario, con i pensieri tra le nuvole e la borsa piena di libri, trova ordine nel proprio caos, camminando disinvolta verso gli appuntamenti della vita, spesso con i suoi “cinque minuti di ritardo” (che in realtà sono almeno dieci). Lei lavora come editor in una importante casa editrice, lui è avvocato in uno dei più prestigiosi studi legali di Milano. Entrambi trascorrono le giornate leggendo, con una differenza non trascurabile: lui revisiona aridi contratti, lei appassionate storie d’amore. Quando un colpo di fulmine li travolge, Adrian e Carla, senza capirne fino in fondo il motivo, sentono il bisogno di tuffarsi l’uno nell’esistenza dell’altra e, poco dopo, di andare a convivere in una pittoresca villa nel cuore di Milano. Sembra tutto perfetto. Ma anche le cose più belle si rompono. Prima è una semplice incrinatura, poi è una ferita che si allarga silenziosa nel tessuto dei gesti quotidiani; alla fine il dolore arriva. E le cose che si rompono senza fare rumore sono le più difficili da aggiustare. Una verità con cui Adrian è costretto a fare i conti il giorno in cui un terribile sospetto lo porta a dubitare dei sentimenti di Carla, a mettere in discussione ogni certezza e a fare cose di cui si pentirà, fino a convincersi di dover ricominciare tutto daccapo. Cinque appuntamenti per rivivere, uno dopo l’altro, a distanza di anni, i momenti e i luoghi che hanno segnato la loro storia: è questo l’ultimo tentativo che Adrian decide di fare per cercare di guarire le ferite che lui e Carla si sono inflitti.

Uno degli scrittori italiani più brillanti invece vi porterà nel difficile mondo del linguaggio tra vecchie e nuove generazioni. Perché possiamo passare una vita a discutere senza mai capirci, in particolare quando apparteniamo a generazioni diverse. Quasi sempre è un problema di coordinate: ognuno ha le sue e rifiuta di abbandonarle, anche solo un po’. Essere figlia e padre non semplifica le cose. Stanchi di “conversare a vuoto”, Giorgia e Gianrico Carofiglio si sono seduti a un tavolo e hanno affrontato con occhi nuovi alcuni degli argomenti che più li hanno divisi. Questioni che riguardano ciascuno di noi come il clima, il femminismo, il cibo. La politica. Non hanno eliminato tutte le loro divergenze, ma hanno elaborato una serie di ragionamenti – veri e propri saggi brevi, tessere di un mosaico sorprendente – in cui si combinano entrambi i punti di vista. Una scommessa audace e allegra sulle possibilità di un linguaggio comune, di un’idea condivisa del mondo e del futuro. Tutto questo è all’interno  di “L’ora del caffè” di Einaudi.

RadioGold non dimentica naturalmente gli autori locali. Perciò se volete essere veramente alternativi vi suggeriamo il libro dell’alessandrino Danilo Arona, che approfondisce la figura in antitesi con Gesù. Parliamo di Satana, la cui storia nella letteratura e nel cinema viene ripercorsa in un corposo volume ricco di foto e racconti. Dal Faust a Dylan Dog, da padre Amorth al rock anche i grinch del Natale saranno accontentati in questo percorso decisamente anti feste di Natale. Danilo Arona però, nell’intervista che abbiamo realizzato, vi spiega per bene di cosa parla il libro.

Un altro suggerimento lo diamo ai puristi della lingua italiana, consigliando il libro dell’Accademia della Crusca, “Giusto, sbagliato, dipende“. Noi lo abbiamo comprato anche per far felici i lettori che spesso ci riprendono (molto spesso giustamente, in alcuni casi invece no) ed è un manuale che merita e soprattutto fa capire l’evoluzione della lingua, volenti o nolenti. Vi spiegherà se su sé stesso l’accento ci va o non ci va, così come se ‘ma però’ è corretto o meno. Tra gli spunti sulla lingua italiana ci sentiamo di consigliarvi anche un altro libro molto interessante: Potere alle parole di Vera Gheno, arrembante linguista che dà una lettura della lingua italiana moderna.

C’è poi un gustoso mix tra letteratura e graphic novel che non vi deluderà. Parliamo di Mattatoio numero 5 di Kurt Vonnegut. L’opera più favolosa dello scrittore viene rivista in chiave moderna ed è quanto mai attuale visto che si tratta di una condanna di tutte le guerre.

Poiché non dimentichiamo la nostra anima musicale vi suggeriamo anche un libro dedicato a un grande della canzone italiana. Parliamo di Giorgio Gaber, rivisto nel libro appena uscito Andrea Scanzi, “E pensare che c’era Giorgio Gaber“. Un bell’insieme di aneddoti e ritratti di grandi artisti. Un modo per sentire meno la malinconia a quasi vent’anni dalla morte. Visto che amiamo spingere gli alessandrini ne approfittiamo anche per ricordarvi che se amate i cantautori potete anche comprare il corposo volume su Francesco De Gregori “Fanrcesco De Gregori. I testi. La storia delle canzoni“, scritto da Enrico Deregibus.

Non possiamo non toccare le tematiche ambientali e in questo caso vi indichiamo due libri molto interessanti. Il primo è una raccolta di pensieri e saggi di importanti autori che vi permetterà di leggere in maniera corretta alcune fake news sull’ambiente ma soprattutto di rendere davvero concrete le vostre azioni per tutelare il Pianeta. “Carbon almanac” vi farà comprendere perché non è ancora troppo tardi per cambiare le cose. Lo fa con dati, vignette, numeri, spiegazioni, citazioni. “È il momento dei fatti non delle opinioni” spiega il volume. L’altro consiglio è relativo a un libro uscito da qualche settimana in Italia ma già presentato nel mondo dalla prima firma Greta Thunberg. Si tratta di “The Climate Book” un insieme di 100 esperti che fornisce una chiave di lettura chiara dell’enorme crisi ambientale che stiamo vivendo. Citiamo infine un autore italiano, intervistato anche da RadioGold, “Roberto Battiston”, che da tempo studia i misteri del cosmo alla ricerca dell’ antimateria e della materia oscura con l’esperimento AMS02 sulla Stazione Spaziale Internazionale. Lui è autore del libro “L’alfabeto della natura” capace di fornire uno sguardo sul ruolo della scienza e la sua capacità di leggere la realtà e combattere le mistificazioni.

Vi diamo anche qualche suggerimento per i vostri viaggi, avvicinando un po’, nella mente, la primavera o l’estate. Tra i libri particolari vi invitiamo a considerare “Luoghi artistici“, un insieme di descrizioni dei luoghi artistici che vi proporrà un altro modo di vedere città e paesi. Corredata da meravigliose illustrazioni la guida vi condurrà in un viaggio tra gli atelier e le case degli artisti, tra le città, i paesaggi, gli idilli estivi e i loro panorami del cuore. Se amate la natura vi diamo due altre idee. Una è quella che mette insieme esperienze con la natura da fare in Italia (“Viaggiare in Italia. 365 esperienze da vivere nella natura“). In tutto sono ben 365 e quindi è un buon libro che metterà in fila i propositi di viaggi ecologici da fare nel 2023. Tra l’altro due proposte riguardano la provincia di Alessandria: una in val Borbera e una ai Laghi della Lavagnina. L’altra idea invece vi porta sulle vette dell’Italia grazie a un libro ricco di infografiche: “Le vette delle Alpi“.

Se leggere proprio non vi va ma volete darvi un tono e non accontentarvi dei rilassanti libri da colorare concludiamo con un passatempo che unisce l’arte al divertimento. Si tratta di “Paint by sticker“. Con degli adesivi dovrete comporre i mosaici che riprendono grandi quadri. Un modo lento e piacevole per trascorrere le sere invernali. Poi se volete il tradizionale “unisci i puntini” ma siete troppo adulti allora cimentatevi in questo “Dot to dot“, tutt’altro che semplice.

Chiudiamo infine con l’esperto di tematiche digital, Andrea Boscaro. Con lui abbiamo analizzato i dati sull’acquisto libri del 2022 e vi diamo un link per comprare libri alternativi. Buon ascolto: