“Atti vandalici agli orti del Cristo sono un’offesa a chi si impegna nel migliorare Alessandria”
adv-37

ALESSANDRIA – I recenti atti vandalici agli orti di Forte Acqui, al quartiere Cristo ad Alessandria, sono una ferita aperta che sta facendo discutere molto. Il luogo infatti è frequentato da molte persone che hanno reso quegli spazi un luogo piacevole dove rilassarsi, incontrare persone e coltivare i propri hobby. Lo spiegano un cittadino, Paolo, che in una lettera invita a non minimizzare fenomeni di questo tipo che finiscono per colpire una intera comunità che invece si impegna, in buona parte, nel cercare di rendere migliore il luogo in cui si vive.

Ecco la testimonianza: “La violazione degli orti della cinta del Forte Acqui è ben più di un gesto vandalico. Per ciò che esprimono le immagini, vien da pensare, anzi, che si abbia a che fare con profili chiaramente intimidatori e malavitosi. L’auspicio allora è che, a seguito della denuncia sporta, si individuino presto gli autori di tali atti, ancor prima i loro nomi che, per la prepotenza messa in atto, hanno già infamano anche i rispettivi cognomi, senza alcun rispetto per nulla e per nessuno. Quegli orti sono stati l’inizio di un esempio riuscito di un’opera di riqualificazione di un’area altrimenti trascurata, che merita continuità all’interno di un disegno complessivo. La dedizione di molte persone al mantenimento di uno spazio pubblico fruibile e decoroso al passaggio, nel tempo, fa oggi infatti onore alla collettività tutta. Ogni offesa impone quindi un freno immediato, deciso e rigoroso“.