Per l’opposizione la piscina di Valenza è ancora un mistero. Oddone replica: “Per noi è centrale e si farà”
adv-781

VALENZA – La piscina, grande cavallo di battaglia dell’attuale sindaco di Valenza, Maurizio Oddone, continua a essere piena di interrogativi secondo l’opposizione. Il tema è stato affrontato nell’ultimo consiglio comunale durante la già tesa discussione sulla variazione al documento programmatico urbano. Per Luca Ballerini, consigliere di Valenza futura, l’impegno economico a favore della struttura minerebbe negli anni altri interventi ugualmente rilevanti. Le perplessità sono legate a un “investimento consistente di 2 milioni e mezzo da parte del Comune che, con l’accensione di un mutuo così significativo, vedrà inibita l’accensione di altri mutui nel prossimo triennio. Fare la piscina impedisce altri interventi relative alle strade e all’illuminazione pubblica, per esempio“.
L’ex assessore ai Lavori Pubblici avanza dubbi anche per l’incertezza attorno ai costi per il mantenimento dell’impianto. “Da ex assessore – ha aggiunto – ritengo sia un intervento azzardato. Occorrerebbe fare una riflessione su un’operazione che, seppur condivisibile nella realizzazione, deve essere supportata da un’analisi di costi e benefici“.

Le preoccupazioni di Ballerini sono state condivise dal consigliere Pd, Daniele Varona, disorientato dalla scarsa concretezza, al momento, del percorso che dovrebbe portare alla realizzazione della struttura, insieme all’aleatorietà dei tempi. Come specificato da Ballerini infatti l’apertura era prevista per l’estate 2023, come dichiarato ai media a ottobre“, data che potrebbe slittare di alcuni mesi, ha poi spiegato Maurizio Oddone. “Il progetto della piscina è in attesa di validazione” ha infatti puntualizzato il primo cittadino, suscitando le perplessità di Ballerini che ora chiede come sia possibile fare un investimentosenza un piano gestionale, senza sapere cosa ci metteremo dentro e quale sarà il piano economico“.

Secondo Oddone tuttavia il percorso scelto dall’amministrazione non ostacola il progetto e “quando verrà fatto si valuterà se dare la piscina in gestione esterna oppure no“. “La piscina – ha concluso – è il tema più importante della città e valuteremo tutto quanto evitando errori grossolani“.

adv-556