Dopo Swatch e Moleskine i collage di Petrantoni raccontano anche le Dolci Terre di Novi

NOVI LIGURE – È una locandina d’autore quella di “Dolci Terre di Novi”. È stato, infatti, Lorenzo Petrantoni a dare la veste grafica alla nuova edizione della rassegna delle produzioni dolciarie, vitivinicole e gastronomiche, in programma dal 2 al 4 dicembre al Centro Fieristico di viale dei Campionissimi.

Petrantoni è “un artigiano” della grafica. I suoi lavori, pubblicati sulle copertine di prestigiosi quotidiani e riviste internazionali come il New York Times, Newsweek, The Guardian, Vogue, GQ, Vanity Fair, solo per citarne alcuni, sono fatti “per l’80% a mano”.

Genovese di nascita, di casa a Milano ma con uno stretto legame con Novi Ligure, Petrantoni, classe 1970,  gira librerie, mercatini e scandaglia anche la rete a caccia di volumi, riviste e dizionari dell’Ottocento. In quegli antichi testi cerca una bellezza “dimenticata” e la fa rivivere. Fotocopia e scannerizza le illustrazioni e poi, come un sarto, le taglia e “cuce” insieme per creare un’immagine nuova, che in ogni dettaglio rimanda al passato ma che parla un linguaggio estremamente moderno.

adv-732

Quello che oggi è un lavoro a tempo pieno, apprezzato a livello internazionale, è nato come “un passatempo della sera”, ha raccontato. Per rilassarsi, dopo ore in ufficio a creare pubblicità, Petrantoni ha iniziato a ritagliare e assemblare immagini, unendo le abilità di grafico all’altra sua passione per i testi di epoca vittoriana. Così sono nati i primi lavori, fatti “solo per piacere personale” ma da presto riusciti ad attirare l’attenzione.

I collage senza tempo di Lorenzo Petrantoni sono stati scelti per campagne pubblicitarie di famosissimi brand come Coca Cola e Nespresso, hanno decorato tavole da snowboard Burton, taccuini Moleskine e persino una collezione di orologi Swatch. Il blasonato nome del committente, però, non rende l’opera più importante agli occhi di chi l’ha creata.

Petrantoni affronta ogni progetto “con lo stesso entusiasmo”, ha raccontato, e ha realizzato con minuziosa cura anche la grafica di “Dolci Terre” per gli amici di Novi Ligure”.

Il grafico e illustratore ha un forte legame con la città. La mamma è novese e vive ancora in città e lui stesso ha vissuto una parte della sua infanzia a Novi, quando il papà, dipendente dell’Italsider, venne trasferito da Genova nello stabilimento novese.  Già nel 2021 Lorenzo Petrantoni aveva scelto la città che l’aveva visto crescere per il suo “Flag Show”, suggestiva esposizione lungo le vie del centro di 53 bandiere con altrettante sue illustrazioni, alcune create ad hoc e dedicate a illustri personaggi novesi.

Quella speciale mostra a cielo aperto era riuscita a far alzare lo sguardo anche a chi di solito cammina pensieroso e a testa bassa e aveva attirato su Novi Ligure persino lo sguardo di Steven Heller, storico art director del New York Times.

A distanza di un anno, Petrantoni è ora tornato a firmare un progetto per la città con la nuova locandina della rassegna “Dolci Terre di Novi”. Per realizzarla, l’artista ha recuperato immagini dell’Ottocento legate al cibo e alla cucina e le ha poi unite a parole in dialetto: Mi piaceva celebrare le eccellenze della zona enfatizzandole attraverso il dialetto perché tra i piccoli produttori, nelle botteghe della zona, la focaccia è la “figasa”, la farinta è il “farinò”, gli agnolotti gli “anloti” e mi è sembrato giusto raccontarli così”.