TORTONA – Il Comune di Tortona ha esteso il divieto di uso di acqua anche dal pozzo di Cascina La Bruciata a scopo potabile, domestico e agronomico. Provvedimento analogo era stato preso per il pozzo privato di Cascina Nuova, a causa della contaminazione dello scorso giugno in seguito allo sversamento di benzina verde per l’effrazione dolosa all’oleodotto Sannazzaro-Fegino. Il monitoraggio delle acque sotterranee ha evidenziato valori anomali per la presenza di idrocarburi e MTBE nel pozzo di Cascina La Bruciata. In attesa delle controanalisi di ARPA, il Comune di Tortona ha anche interdetto l’utilizzo di fonti di accensione nelle adiacenze del pozzo e nelle adiacenze dei punti di distribuzione dell’impianto idrico esistente, fino a quando verrà completamente scollegato dal pozzo stesso.