adv-889

ALESSANDRIA – Un vero e proprio blitz con diverse unità dei Carabinieri quello messo a segno martedì pomeriggio in via Gandolfi ad Alessandria, concluso con tre arresti. A finire in manette per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti sono stati Hassan Toukhami e Hailass Hicham, di 30 e 27 anni, e la 42enne Grazia Musso. Le forze dell’ordine li conoscevano bene, visto che a giugno e luglio erano stati arrestati per lo stesso reato e in entrambe le occasioni era finita con un’aggressione nei confronti dei militari che volevano perquisire l’abitazione. Per questo l’operazione ha coinvolto i Carabinieri di Alessandria, San Giuliano Vecchio, Solero e Castellazzo Bormida, insieme a Fox, il cane antidroga della Polizia Municipale di Alessandria. La casa dei malviventi era diventata un crocevia di attività di spaccio.

Durante la perquisizione sono stati rinvenuti diversi involucri di eroina del peso complessivo di circa 15 grammi, e 11 grammi di cocaina, oltre a delle buste di cellophane già tagliate per il confezionamento. Uscita da poco dal carcere, la donna ha urlato e inveito contro i militari e ha lanciato contro di loro alcuni bicchieri, per fortuna senza colpire nessuno. Il momento di follia della 42enne è proseguito con strattoni e morsi sempre nei confronti dei militari, fino a quando non è stata immobilizzata a fatica. A quel punto è scattata la reazione violenta dell’altro arrestato, Hassan Toukhami, compagno della donna. L’uomo ha tentato di colpire i Carabinieri ma anche lui è stato prontamente ammanettato. I due dovranno rispondere anche di resistenza a pubblico ufficiale. Dopo il giudizio direttissimo per Hailass sono scattati gli arresti domiciliari, mentre a Toukhami e la Musso è stato comminato il divieto di dimora in provincia di Alessandria.