A Ovada torna il canone sui dehors ma a prezzo scontato

OVADA – A Ovada i commercianti dovranno tornare a pagare la tassa sui dehors ma a prezzi nettamente più bassi rispetto al periodo antecedente al covid. La fine dell’emergenza ha infatti annullato la possibilità di occupare gli spazi esterni di negozi e locali senza dovere nulla all’amministrazione. Il sindaco tuttavia ha deciso di applicare tariffe scontate per andare incontro al periodo economico difficile per tutti, esercenti compresi. Il canone unico patrimoniale (ex Tosap) permanente (di almeno un anno) infatti costerà quanto una semplice concessione temporanea di sei mesi, ha spiegato Paolo Lantero.

adv-637

Siamo certi che molti esercizi della città sceglieranno di avere il proprio dehors per tutto l’anno e, oltre ad avere un forte sgravio dei costi, contribuiranno a rendere la città ancora più accogliente e più vitale – ha detto il sindaco Paolo Lantero”.

Con uno specifico Regolamento Comunale per i dehors, approvato a fine 2020, l’Amministrazione ha voluto infatti dettare regole precise atte a tutelare il decoro della città ma, nel contempo, ha inteso incentivare i gestori dei pubblici esercizi dando loro la possibilità di richiedere l’occupazione di suolo per un periodo continuativo di tre anni, rinnovabile, ad un costo annuo pressoché identico a quello di un’occupazione temporanea di sei mesi.

adv-569

I dehors sono essenziali per i pubblici esercizi, dopo l’emergenza sanitaria è stato cruciale ripartire dagli spazi esterni e ancora oggi si denota questa sensibilità in città, per questo grazie al lavoro degli uffici, abbiamo dato vita a questa opportunità – ha aggiunto l’Assessore al commercio Marco Lanza”.