Ottimismo tra le imprese orafe alla chiusura di VicenzaOro: “Mercato dinamico ed export in crescita”
adv-712

VALENZA – L’ultima edizione di VicenzaOro ha fatto registrare numeri da “record” e ha regalato “ottimismo” alle Aziende Orafe Valenzane di Confindustria Alessandria. Il Salone internazionale dell’oreficeria e della gioielleria ha richiamato a Vicenza, dal 20 al 24 gennaio, più di 1300 brand espositori da 36 paesi, e 400 buyer esteri provenienti da 60 Paesi.

Quest’anno, ha sottolineato Alessia Crivelli, Presidente del Gruppo Aziende Orafe Valenzane di Confindustria Alessandria, la fiera ha ritrovato l’allestimento pre-covid: “Le creazioni sono tornate ad essere esposte nelle vetrine degli stand personalizzati. Il mercato interno è dinamico e forte, bella accelerazione del mercato estero. È una edizione record  per l’affluenza degli operatori stranieri e italiani e per l’alta presenza delle imprese espositrici. IEG si conferma un ottimo partner per lo sviluppo di sinergie del nostro comparto, sinergie che non si riferiscono solo al business”.

Una di queste sinergie riguarda i giovani: “Con IEG Federorafi ha dato il via alla prima giornata di orientamento per gli studenti che si è tenuta il 22 gennaio – spiega Alessia Crivelli, Vice Presidente di Confindustria Federorafi con delega alla FormazioneHanno partecipato più di cento persone: giovani (di terza media e di terza e quarta superiore) e genitori, provenienti dalla Provincia di Vicenza ma non solo. Abbiamo creato l’occasione per presentare il settore orafo-gioielliero, con otto figure professionali fondamentali (incassatore, orefice, tagliatore di pietre, controller Cnc, pulitrice,, esperto stampa 3D, designer e esperto in web marketing) che hanno raccontato il loro mestiere e il perché l’hanno scelto. Si sono messi tutti a disposizione dei ragazzi e delle famiglie per poter rispondere ad ogni domanda, curiosità o dubbio, facendo sì che gli studenti partecipassero attivamente. Dopodiché hanno visitato la fiera, altra novità, essendo un evento normalmente accessibile solo agli addetti al settore. Questo è un appuntamento che sarà fondamentale e – annuncia Alessia Crivelli – sarà ripetuto nelle edizioni successive, coinvolgendo ragazzi e famiglie sul territorio nazionale, in momenti per loro strategici sulla possibile scelta formativa e di quello che potrà essere il loro futuro. Durante l’evento è stato visionato in anteprima il primo video branded di Skuola.net, altro importante progetto di orientamento formativo che prenderà vita a giorni”.

Sul fronte dell’economia internazionale si registra un nuovo impulso all’estero del Made in Italy delle imprese orafo-gioielliere: le elaborazioni del Centro Studi Confindustria Moda per Federorafi diffuse a VicenzaOro indicano che l’export italiano del settore è in crescita del 27,2% nei primi nove mesi del 2022 rispetto allo stesso periodo del 2021 e si attesta a 7 miliardi di euro. E nei mesi gennaio-settembre 2022 si confermano favorevoli i principali mercati di destinazione: gli Stati Uniti al primo posto, la Svizzera e  gli Emirati Arabi.

“Nonostante l’instabilità del momento – aggiunge Alessia Crivelli – il nostro comparto continua ad essere forte ed in crescita, concentrandosi sul bello e ben fatto e sul valore aggiunto delle proprie aziende e creazioni”.