Voragini sui marciapiedi e auto a tutta velocità. La strada di Valle San Bartolomeo è un disastro

ALESSANDRIA – Chiamarle buche è riduttivo. Quelle che si sono aperte sui marciapiedi della strada provinciale 79 che porta a  Valle San Bartolomeo sono delle vere e proprie voragini. I crateri sulla parte pedonale, delimitati solo da transenne mobili,  fanno oltretutto pendant con le buche che costellano le carreggiate riservate alle auto. Corsie dove in alcuni punti la segnaletica orizzontale è ormai sbiadita e su cui troppo spesso le macchine sfrecciano senza rispettare i limiti di velocità.  Più volte negli ultimi anni i cittadini di Valle San Bartolomeo hanno denunciato la disastrosa e pericolosa situazione della strada. Esasperati dall’assenza di risposte,  i residenti hanno provato ad attirare l’attenzione dell’amministrazione comunale anche a colpi di firme. Grazie al lavoro dell’Associazione Gente di Valle,  ha sottolineato il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle, Andrea Cammalleri, in meno di un mese 200  persone hanno sottoscritto una petizione per chiedere di ripristinare le condizioni minime di sicurezza della strada. La provinciale 79, ha ricordato il consigliere pentastellato, passa anche dalla piazza del sobborgo, punto di ritrovo dei residenti  su cui si affacciano anche la scuola elementare, quella dell’infanzia, la farmacia e diverse attività commerciali. Fondamentale è quindi riuscire a obbligare gli automobilisti almeno rispettare i limiti di velocità. “In questa particolare strada, comunque in centro abitato, non  si possono installare autovelox e il codice della strada impedisce anche di mettere dei dossi artificiali. Gli attraversamenti pedonali rialzati permetterebbero però di aggirare l’ostacolo e ottenere lo stesso risultato. Ne basterebbero tre o quattro per obbligare gli automobilisti a rallentare”. La strada che attraversa Valle San Bartolomeo è una provinciale, ma il tratto che necessita di manutenzione “urgente” ha evidenziato il consigliere del Movimento 5 Stelle è all’interno del territorio comunale. “Io ho presentato un’interpellanza che verrà discussa giovedì in Consiglio Comunale e mi aspetto una risposta. Il sindaco, Rita Rossa,  è anche Presidente della Provincia e lo stesso Presidente del Consiglio Comunale, Enrico Mazzoni è comunque consigliere provinciale con delega ai lavori pubblici. Entrambi sono  quindi a conoscenza del problema. Del resto, che i lavori vengano fatti dal Comune o dalla Provincia per i residenti non ha la minima importanza. Quello che conta è che si risolva un grosso problema di sicurezza che si trascina da anni“.

Di seguito le foto scattate inviate in redazione dal consigliere del Movimento 5 Stelle di Alessandria Andrea Cammalleri.

 Tatiana Gagliano