Spara troppo vicino alla case: multato un cacciatore di Cassine
adv-176

PROVINCIA – Giro di vite dei Carabinieri di Acqui Terme sulla corretta detenzione di armi da sparo e il rispetto dalla normativa sulla caccia. Nei giorni scorsi i militari hanno multato un 54enne di Cassine per aver sparato, a fini venatori, a una distanza dalle abitazioni inferiori a quella prevista. All’uomo, oltre al sequestro dell’arma, è stata sequestrata anche la licenza da caccia. 

Un uomo di Strevi è stato denunciato dai militari di Rivalta Bormida perché, nonostante fosse in possesso di armi, non aveva comunicato alle autorità competenti il cambio di residenza e domicilio. I Carabinieri di Molare hanno denunciato anche una donna dell’ovadese, colpevole di tenere un fucile calibro 12 senza le adeguate protezioni.

In totale i controlli hanno visto il ritiro di dieci armi da fuoco, di cui tre poste sotto sequestro preventivo e le altre, invece, ritirate per la successiva rottamazione. I controlli in materia di armi e sulla normativa in materia venatoria proseguiranno anche nelle prossime settimane.

adv-824