Shopping da 2.500 euro con la carta di credito di un altro: arrestati in due
adv-485

ACQUI TERME – Tempestivo intervento dei Carabinieri di Acqui Terme che ieri sera (giovedì 5 novembre) hanno arrestato in flagranza di reato due ragazzi albanesi di 23 (A.C.) e 20 anni (K.G.), entrambi residenti nella città termale. I militari hanno agito dopo la segnalazione di un cittadino che aveva dichiarato di aver perso il portafoglio con documenti e carte di credito all’interno.

Poco dopo l’uomo aveva iniziato a ricevere sms con avvisi di acquisti effettuati in alcuni negozi di Acqui, per un totale di 2.500 euro. Dopo una breve ricerca i Carabinieri hanno quindi individuato i due cittadini albanesi, all’interno di un Compro Oro, intenti a vendere una collana d’oro nuova, acquistata poco prima con la carta di credito della vittima del furto. Durante la perquisizione personale le forze dell’ordine hanno trovato sia il portafoglio che i documenti d’identità del malcapitato. All’interno dell’autovettura, invece, sono stati recuperati la carta di credito utilizzata e tutti i beni appena acquistati, comprensivi degli scontrini: un telefonino di ultima generazione, alcuni capi d’abbigliamento e diversi monili in oro ed argento.

Tutta la merce è stata sottoposta a sequestro mentre il portafogli con i documenti di identità e la carta di credito è stato restituito al legittimo proprietario.

I due albanesi, colti nella flagranza dei reati sopra citati, sono stati tratti in arresto e, su disposizione del P.M. di turno presso la Procura della Repubblica di Alessandria, sono stati condotti presso le proprie abitazioni in regime di arresti domiciliari.

L’accusa per loro è di riciclaggio, ricettazione, sostituzione di persona e utilizzo indebito di carte di credito.