adv-642

ALESSANDRIA – Si accodavano alle auto nelle corsia Telepass e acceleravano per riuscire a passare prima della chiusura della sbarra oppure fingevano un malfunzionamento per ottenere l’erogazione del modulo per il pagamento dopo quindici giorni, poi mai saldato. Seguendo questo schema, solo dall’inizio dell’anno, una impresa di autotrasporto con sede in provincia di Bergamo è riuscita a effettuare 4464 viaggi sulla A21 Torino/Piacenza e sulla A4 “Torino/Milano” senza mai pagare l’autostrada. La sistematica elusione del pedaggio autostradale ha permesso all’azienda di risparmiare illecitamente 101.856 euro, creando così un regime di concorrenza sleale nei confronti di altre società di autotrasporto, oltre ad arrecare un danno allo Stato. Grazie alle indagini svolte dalla Polizia Stradale di Alessandria, coordinata dal Pubblico Ministero di Asti, il Dr. Luciano Tarditi, i 44 veicoli industriali e commerciali della ditta di trasporto sono stati posti sotto sequestro preventivo. Il provvedimento nei confronti dei primi 11 mezzi è stato eseguito questo giovedì con il supporto delle Squadre della Polizia Giudiziaria della Stradale di Alessandria e del Compartimento Polizia Stradale “Piemonte e Valle d’Aosta” di Torino.