TORTONA – Nella tarda serata di venerdi i Carabinieri di Tortona hanno arrestato Z.G., 47 anni, imprenditore nell’ambito degli autotrasportatori tortonesi per maltrattamenti in famiglia, minaccia aggravata e detenzione illegale di pistola con matricola abrasa. A denunciare l’uomo, è stata la moglie 49enne, che si era presentata nel pomeriggio dai Carabinieri, stanca di subire minacce e maltrattamenti. Alla base delle tutto ci sarebbero vecchie questioni legate ai soldi, con grossi ammanchi, migliaia di euro, nei conti correnti di entrambi.

La donna, aveva riferito ai militari di aver temuto per la propria vita, essendo convinta che il marito da qualche parte avesse nascosto un’arma. Paure fondate visto i Carabinieri durante la successiva perquisizione nell’abitazione hanno trovato una pistola calibro 38 special con matricola abrasa e sei proiettili.

Sulla vicenda, così come sugli avvenimenti degli ultimi mesi, sarà necessario fare chiarezza. Nel frattempo, però, l’uomo è stato portato in carcere ad Alessandria, dove rimarrà in attesa delle decisioni del Giudice.

adv-6