OVADA –  Lo schema è sempre lo stesso. Mettono in vendita un prodotto sui siti internet, prendono contatto con il possibile acquirente e poi, una volta ricevuto l’acconto o l’intera somma pattuita, fanno perdere le loro tracce. Così è stato truffato nelle passate settimane anche un ragazzo di Tagliolo Monferrato che non hai mai visto arrivare a casa il telefonino di ultima generazione pagato 560 euro. Partita la denuncia, i Carabinieri di Ovada sono ora risaliti ai titolari della postepay,  un uomo di 44 di Spinea e il suo complice di 46 anni di Rho, entrambi denunciati per truffa.