OVADA – I Carabinieri di Ovada sono riusciti a scovare e denunciare una banda di spacciatori che da tempo operava in città e che aveva per clienti gli studenti. L’operazione è partita diverse settimane fa in seguito alla segnalazione di una probabile attività di spaccio nei pressi delle scuole. L’attività di indagine, attraverso la visione di impianti di videosorveglianza e l’ascolto di alcuni testimoni, aveva permesso di trovare alcune dosi di marijuana. In quella occasione era così scattata la denuncia per spaccio nei confronti di un ragazzo di Ovada, oltre alla segnalazione alla Prefettura di alcuni assuntori di stupefacenti.

Le ulteriori indagini hanno poi permesso di arrivare ai tre spacciatori, R.S. 51enne, veneto, da tempo residente a Ovada, D.D. 39enne di Ovada ed F.H. 28enne albanese. A casa dell’uomo di 51 anni i militari hanno trovato, nascosta in un vaso di vetro, oltre 40 grammi di marijuana, un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento.

Dieci invece i grammi trovati nell’appartamento del cittadino albanese, oltre ad alcune dosi di sostanza già confezionata, un bilancino e materiale per confezionare la droga. Infine, nel terzo alloggio, i Carabinieri hanno rinvenuto un pezzo di hashish da 5 grammi. Nelle case dei tre denunciati gli inquirenti hanno inoltre recuperato diversi cellulari utilizzati per comunicare l’attività di spaccio attraverso i servizi di messaggistica istantanea.

adv-932

I tre sono sono stati denunciati in stato di libertà per spaccio di sostanze stupefacenti. Il cittadino straniero è stato inoltre denunciato per il reato di clandestinità. Il materiale ritrovato è stato posto sotto sequestro.