OVADA – Il documento di guida sembrava quasi vero ma in realtà la patente italiana non l’aveva mai conseguita. Un cittadino tunisino di 39 anni (T.S.), da oltre 10 anni residente nel parmense, è stato fermato lungo la A26 dei trafori, all’altezza di Ovada dalla Polizia Stradale. Nonostante fosse stato fermato più volte nel tempo era riuscito a non destare sospetti fino a quando il puntiglio degli agenti alessandrini e ulteriori accertamenti hanno evidenziato quello che i poliziotti sospettavano e cioè che l’uomo la patente non l’aveva mai ottenuta.

Il documento era stato compilato con i dati del cittadino tunisino su un supporto originale “in bianco” sottratto agli uffici della Motorizzazione Civile, con i riferimenti della patente in realtà riferita a un cittadino italiano residente nel ravennate. L’autore dell’illecito è stato arrestato.

Per lui è scattato l’obbligo di dimora nel comune di residenza con il divieto di uscire nelle ore notturne.