adv-229

ALESSANDRIA – Alessandria si scopre sempre di più luogo pieno di talenti, soprattutto in campo enogastronomico. Il Gambero Rosso ha infatti eletto la pasticceria-caffetteria del capoluogo, “Antonella Dolci“, il luogo in cui poter fare la “migliore colazione d’Italia“.

In Piemonte sono solo tre in tutto i posti che possono fregiarsi di questo riconoscimento (oltre ad Antonella Dolci ci sono Canterino di Biella e Fabrizio Galla di San Sebastiano da Po in provincia di Torino). La città quindi può esibire una acclarata specialità, quella che permette di iniziare con il sorriso la giornata, con la comprensibile soddisfazione di Antonella

Dopo dieci anni di cioccolato e dolci ho puntato sulle colazioni perché quando volevo andare in giro il mio desiderio era mangiare una brioche buona e così mi sono detta ‘ci provo’ – ha spiegato Antonella Gallo. Ho iniziato a farne 30  e adesso ne sforniamo 400 al giorno, una bella soddisfazione.”

adv-781

Secondo Antonella la colazione perfetta “è composta da un buon croissant con materie prima di eccellenza e un buon cappuccino fatto con la crema di latte e non con ‘la schiuma da barba’ come la chiamo io“. A distinguere una pasticceria di livello sono soprattutto i croissant che devono essere fatti con un burro di altissimo qualità, non la margarina, le uova fresche, la vaniglia a bacche e non la vanillina. Noi abbiamo una persona che fa solo croissant con le materie prime migliori e quindi il risultato è eccellente”.

Antonella è felice per il risultato raggiunto, visto anche che il suo locale si trova in una città non capoluogo di regione: “molti mi dicono che sono sprecata per Alessandria però se vendo 400 brioche al giorno non posso pensarla in questo modo. Le persone capiscono, riconoscono le brioche di qualità e tutti sono ormai molto preparati. Io sono soddisfatta quando i clienti vengono e sgranano gli occhi nel vedere i nostri vassoi. Sicuramente ho molte proposte, anche all’estero, ma questi sono mestieri in cui se allontani l’occhio cominci a perdere un po’. Il vecchio detto degli anziani per cui l’occhio del padrone ingrassa il maiale è vero. Bisogna stare con i piedi per terra e sempre con la massima attenzione su quello che si fa.”

Antonella festeggerà con i suoi clienti “che hanno permesso al locale di raggiungere questo obiettivo“.

adv-22