PROVINCIA ALESSANDRIA – Stanno partendo in questi giorni gli avvisi bonari dell’Agenzia delle Entrate. Entro il 30 novembre 2012 dovevano essere infatti dichiarati i fabbricati rurali al Catasto Edilizio Urbano o si doveva procedere con la regolarizzazione della posizione di quelli privi di requisti. I cittadini inadempienti che riceveranno la comunicazione potranno regolarizzare spontaneamente i loro fabbricati. Basterà presentare una dichiarazione di aggiornamento catastale, attraverso l’istituto del “ravvedimento operoso, con un notevole risparmio sulle sanzioni. Per fare un esempio, da un importo compreso tra € 1.032 e € 8.264 a un importo di € 172, pari ad 1/6 del minimo).

Nel caso in cui, nonostante la comunicazione, l’intestatario del fabbricato non dovesse sanare la propria posizione, gli Uffici Provinciali – Territorio dell’Agenzia delle Entrate procederanno all’irrogazione delle sanzioni previste dalla legge e all’accertamento in sostituzione del soggetto inadempiente, con oneri a suo carico.

In provincia di Alessandria sono 3 mila gli immobili interessati. Nel caso invece di eventuali inesattezze il proprietario potrà comunicarle all’Agenzia compilando il “modello di segnalazioneallegato all’avviso oppure utilizzando il servizio online “Contact center” sul sito.

Ulteriori informazioni sui fabbricati rurali sono disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate nella sezione Fabbricati rurali.