adv-629

AGGIORNAMENTO ORE 09.00 – Svelate le tracce della prima prova. Per il saggio breve socio-economico i ragazzi dovranno parlare di robotica e nuove tecnologie nel mondo del lavoro, partendo da un articolo de Il Sole24Ore. Per l’ambito artistico-letterario la traccia è “La natura tra minaccia e idillio nell’arte e nella letteratura“, l’analisi del testo verte invece su “Versicoli quasi ecologici” di Giorgio Caproni. In ambito storico-politico “Disastri e ricostruzione“. Per il tema storico il miracolo economico italiano.

PROVINCIA DI ALESSANDRIA – Messi i dizionari nello zaino, la carica dei 2635 maturandi della provincia di Alessandria è pronta ad affrontare la prima prova dell’esame di Stato. I più numerosi saranno gli studenti del capoluogo. In 805 questa mattina dovranno scegliere tra le varie tracce proposte per il tema d’italiano. Corposa anche la squadra dei maturandi di Casale: 584 in tutto. Seguono i 355 studenti che hanno terminato il ciclo di studi nelle scuole superiori di Novi, i 324 alunni degli istituti di Acqui Terme, i 314 maturandi di Tortona, i 154 di Valenza e i 99 di Ovada. Pronte a schierarsi davanti ai maturandi dell’alessandrino anche le 65 commissioni d’esame che avranno il compito di valutare i ragazzi.

Primo scoglio da superare per impugnare il tanto agognato diploma sarà, appunto, la prova d’italiano. Come in ogni Maturità che si rispetti anche quest’anno non è mancato il classico “toto tracce” su internet.  A “caccia” di indizi nella rete martedì qualcuno è riuscito anche a imbattersi nell’errore d’ortografia del Miur. A poche ore dalla prima prova un vistoso “traccie” campeggiava proprio sulla pagina dedicata agli Esami di Stato del Ministero. Fedele allo slogan “#nopanic” creato per accompagnare gli studenti verso la Maturità, il Miur ha rapidamente corretto l’errore. La rete, però, è stata più veloce. Insieme allo screenshot di quel “traccie” a ogni condivisione si sono moltiplicati gli sfottò, contro cui nulla hanno potuto le “scuse” del Ministero. “Un errore di battitura, che naturalmente non doveva esserci“, ha precisato il Miur che, ha aggiunto, ha ricevuto subito una “lettera di scuse  per l’episodio accaduto che arreca un danno d’immagine alla nostra istituzione” da parte del “fornitore tecnico che gestisce l’inserimento dei contenuti sul sito del Ministero“.

Stemperata la tensione con qualche risata per “il refuso” sul sito del Miur, i ragazzi ieri hanno continuato a cercare informazioni sulle tracce più gettonate. In molti sulla rete scommettono su Pirandello pensando ai 150 anni dalla sua nascita. Anche la recente scomparsa di Dario Fo potrebbe aver creato uno spunto per uno dei temi, così come i 60 anni dalla morte di Umberto Saba.  I pronostici della rete vedono però “ben piazzato” anche Italo Calvino e Primo Levi.

Per il saggio breve o articolo di giornale i maturandi 2017 hanno puntato soprattutto su Andy Warhol e per l’ambito tecnico/scientifico su Marie Curie e le donne della scienza. Su internet c’è poi chi teme una eventuale analisi socio/economica a 60 anni dalla firma dei Trattati di Roma o una riflessione sulla Brexit. Più vasto il ventaglio di possibili tracce per l’ambito storico/politico. C’è chi è pronto a scommettere su una traccia legata all’elezione di Donald Trump in America, chi punta su Che Guevara e chi guarda all’Italia e ai 70 anni della Costituzione o alle stragi di Capaci e via d’Amelio, in cui 25 anni fa morirono Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Il tempo dei pronostici, però, è finito. Davanti ai ragazzi questo mercoledì mattina ci saranno le vere tracce del tema della Maturità 2017.  In bocca al lupo, quindi, a tutti i maturandi e  come consiglia il Miur #nopanic ma, soprattutto, occhio agli errori di ortografia.