VALENZA – Domenica 27 gennaio la capitale orafa del Piemonte festeggia il suo fondatore. Secondo la tradizione infatti fu proprio san Massimo a riunire i tre piccoli borghi di Artigliano, Monasso e Bedogno, in occasione di una delle guerre tra Teodorico e Odoacre, e a tracciare, con l’aiuto di una colomba, di un asino e di un bue all’aratro, i nuovi confini di Valenza. Per ricordarlo la città festeggia ogni ultima domenica di gennaio con il ritrovo delle Autorità in Municipio alle 9,45 e la benedizione dei ceri fioriti. Alle 10 è prevista la partenza del corteo con i ceri verso il Duomo, dove il cardinale Giuseppe Versaldi celebrerà la Santa Messa pontificale. La cerimonia sarà animata dalla Cappella Musicale diretta da Emanuela Pansini, con Luca Sturla all’organo.