CASSINE – Arriva a Cassine la Festa d’Autunno, un occasione unica per scoprire le eccellenze enogastronomiche del nostro territorio. Saranno numerosi gli appuntamenti, le iniziative e le possibilità di acquistare, conoscere e degustare i prodotti locali.

 

Gia dalle 9.00, in piazza Santa Caterina, si svolgerà il mercato agricolo de La Spesa in Campagna con i produttori locali di frutta e verdura, salumi, piante aromatiche, formaggi e altre produzioni tipiche del territorio.

Il momento istituzionale avverrà insieme al Consorzio di Tutela del Brachetto d’Acqui docg alle 11.30 sotto i portici del Comune, in piazza Vittorio Veneto. Sarà analizzato il comparto, illustrate le opportunità e le strategie di sviluppo del prodotto e fatta l’analisi della vendemmia, la cui campagna di raccolta è appena terminata.
Dopo gli interventi, si svolgerà la degustazione di due proposte di Brachetto a offerta libera, il cui ricavato andrà interamente a favore della Fondazione Uspidalet onlus.

Alle 15,30, sempre in piazza Santa Caterina, l’allevatore Dario Capogrosso spiegherà le caratteristiche dei cani da pastore, con alcuni esemplari presenti, e il ruolo del cane da guardiania in agricoltura.

Nella piazza, sarà allestita la mostra fotografica “Madre Terra” del concorso promosso da Cia lo scorso anno, co n una selezione di scatti tra i vincitori e i menzionati, autori di ritratti del paesaggio agricolo della provincia di Alessandria e del mondo intero.

Commenta il presidente Cia Gian Piero Ameglio: “Insieme ai partner che abbiamo coinvolto vogliamo celebrare l’autunno con una festa che valorizzi il meglio delle produzioni del nostro territorio, che variano dai prodotti tipici all’enologia, dalla zootecnia alla cultura. Abbiamo progettato un’offerta ampia di iniziative, parallele a quelle in svolgimento per la festa di Sant’Urbano, per evidenziare il fatto che l’agricoltura è uno dei tessuti fondamentali dei nostri luoghi e della nostra storia”.

 

La Festa d’Autunno è organizzata dalla Cia di Alessandria in occasione della festa di S. Urbano, sul volere dell’imprenditore Franco Giglio, produttore di miele, in collaborazione al Comune di Cassine e al Consorzio di Tutela del Brachetto d’Acqui docg.