Autore Redazione
giovedì
21 Aprile 2016
12:00
Condividi
Cronaca - Alessandria

I migliori vini della provincia pronti a contendersi il 42° Premio Marengo Doc

I migliori vini della provincia pronti a contendersi il 42° Premio Marengo Doc

ALESSANDRIA – Festeggia la 42° edizione il concorso  enologico “Premio Marengo Doc”.  Organizzato dalla Camera di Commercio  di  Alessandria, tramite la propria Azienda Speciale Asperia, il concorso rappresenta un’importante vetrina per i migliori vini del territorio provinciale. Quando oltre 40 anni fa venne ideato il “Premio Marengo Doc” ha ricordato il Segretario Generale della Camera di Commercio, Roberto Livraghi, l’obiettivo era di far abbracciare la logica delle Denominazioni d’origine ai produttori vitivinicoli dell’alessandrino. Un traguardo che si può dire raggiunto perché se ancora alla fine degli anni ’70 la provincia poteva contare solo su un 9% di vini Doc, oggi nelle cinque zone vitivinicole  di acquese, ovadese, tortonese, casalese e novese la produzione di vini Doc raggiunge complessivamente il 91%.

I vini alessandrini oggi sono apprezzati  e conosciuti oltre i confini provinciali anche grazie al lavoro dei Consorzi e la Camera di Commercio di Alessandria continua a puntare su un momento di promozione e confronto per favorire la crescita delle nostre bottiglie d’eccellenza con il concorso enologico.  “I vini della provincia di Alessandria costituiscono un patrimonio culturale ed economico di notevole  rilevanza ed è per questo motivo che la Camera di Commercio valorizza le produzioni locali con lo storico concorso enologico “ ha sottolineato il presidente dell’Ente Camerale di Alessandria, Gian Paolo Coscia.  Negli anni, ha aggiunto Roberto Livraghi,  il Premio Marengo Doc” si è diversificato,  dapprima aggiungendo il “Premio  Selezione  Speciale” assegnato ai migliori 30 vini cui si sono poi aggiunti  i quattro “Marengo d’oro” che tra questa trentina di bottiglie  premiano il migliore per ciascuna delle categorie bianchi, rossi, spumanti e aromatici. Negli ultimi anni sono poi arrivati anche il “Marengo Doc Giovani”  destinato  al  miglior vino  presentato da un imprenditore nato a partire dal 1976 , il “Marengo Doc Donna” riservato alle imprese composte prevalentemente da donne e, infine, il premio  “Marengo  Doc Critica”  assegnato dalla speciale Commissione di Degustazione. Il lavoro della giuria, che vanta la collaborazione degli  assaggiatori professionali di vino dell’Onav, è tutt’altro che semplice. Per scegliere i vincitori del concorso enologico lavorano una ventina di commissioni che lo scorso anno hanno degustato circa 350 campioni di vino che restano anonimi fino al completamento di tutte le valutazioni. Solo a quel punto, infatti,  si scoprono le etichette dei vini che ,oltre a potersi fregiare del titolo, hanno l’opportunità di partecipare alle tante iniziative organizzate nel corso dell’anno dalla  Camera  di  Alessandria  proprio a sostegno dei vincitori del “Premio Marengo Doc”. Un fitto calendario di iniziative frutto  del  lavoro congiunto tra il  tavolo di lavoro  sulle problematiche enologiche,  cui partecipano  rappresentanti  ed esperti del settore agricolo e alcuni imprenditori del settore vitivinicolo, coordinati dal membro  di Giunta Carlo Ricagni, e altri tavoli dedicati al commercio.

Il regolamento e altre informazioni per partecipare alla 42° edizione del  concorso enologico sono disponibili sul sito www.asperia.it

Tatiana Gagliano

Condividi
Vedi anche