Autore Redazione
lunedì
5 Giugno 2017
01:41
Condividi
Cronaca - Alessandria

Idea dopo le “Cucine vista ponte”: e se il lungo Tanaro fosse così?

Gli alessandrini hanno animato il parco Italia, dimostrando la bellezza di un angolo dimenticato per troppo tempo.
Idea dopo le “Cucine vista ponte”: e se il lungo Tanaro fosse così?

ALESSANDRIA – L’enorme successo delle “Cucine sul Meier” è la prova che Alessandria ha ancora tanto da mostrare. Ci sono angoli della città che, con le idee giuste, possono diventare un luogo piacevole e possono espandere la bellezza di una città, spesso mortificata dal difetto di non crederci abbastanza. L’iniziativa di Ascom del primo e due giugno, organizzata insieme ai ristoratori locali, ha riempito parco Italia, l’area verde che costeggia il fiume Tanaro e guarda il Meier. Molti alessandrini probabilmente l’hanno scoperta solo la settimana scorsa mentre attraverso il Pisu quello spazio ha oggi una spiccata dignità. Se a questo recupero si aggiungono iniziative come quella ideata dallo staff di Ascom allora ecco nascere un mix vincente, una iniezione di ottimismo.

Molti cittadini hanno assaggiato il cibo seduti in lunghe tavolate in una sorta di pic-nic collettivo, accompagnati dallo scroscio del Tanaro, dalla luce soffusa dell’arco del Meier, e fissati dal maestoso sguardo della Cittadella. Un panorama speciale che ha animato un angolo di Alessandria rimasto troppo tempo in silenzio e che, alla luce del successo dell’iniziativa, ha stuzzicato in Alice Pedrazzi, direttrice di Ascom, un desiderio: far diventare quel percorso uno spazio simile al lungo Senna a Parigi.

Il fatto che Alessandria sia la città tra i due fiumi e nel tempo non ha avuto molte motivazioni per vivere l’acqua, ma oggi abbiamo avuto alcune indicazioni. Il Meier con la passerella pedonale ha già fatto questo, ha fatto sentire il rumore dell’acqua, l’ha fatta riscoprire agli alessandrini. I cittadini hanno dimostrato di apprezzare questa presenza. Con la manifestazione di questi due giorni ne abbiamo avuto la conferma. La dimensione dell’acqua è una dimensione in più da acquistare e da far vivere ai cittadini ma anche un elemento fortemente attrattivo“.

Alice Pedrazzi è raggiante per il successo dell’evento della scorsa settimana, “una idea che ha rivitalizzato zone in disuso per dimostrare quale recupero si possa fare. La risposta dei cittadini è stata la prova di quanto la zona del lungo Tanaro possa e debba avere un futuro“.

La proposta sembra concreta perché allo spunto lanciato da Alice Pedrazzi hanno replicato l’assessore alla coesione sociale e quello al Bilancio del Comune: “abbiamo già il progetto e abbiamo trovato anche le risorse. Ci vuole ancora un po’ di lavoro ma la strada è tracciata“.

Idea dopo le “Cucine vista ponte”: e se il lungo Tanaro fosse così?
Cena sul Meier ad Alessandria
Idea dopo le “Cucine vista ponte”: e se il lungo Tanaro fosse così?
Cena sul Meier ad Alessandria
Idea dopo le “Cucine vista ponte”: e se il lungo Tanaro fosse così?
Cena sul Meier ad Alessandria
Idea dopo le “Cucine vista ponte”: e se il lungo Tanaro fosse così?
Meier come lungo Senna
Condividi
Vedi anche