Autore Redazione
giovedì
5 Luglio 2018
05:49
Condividi
Eventi - Acqui Terme

Con l’opera “Mediterranea” parte Acqui in Palcoscenico

Il festival internazionale di danza parte dalla consegna del Premio AcquiDanza 2018 al coreografo Mauro Bigonzetti.
Con l’opera “Mediterranea” parte Acqui in Palcoscenico

ACQUI TERME – Inaugura giovedì 5 luglio al teatro all’aperto Verdi, Acqui in Palcoscenico, il festival internazionale di danza, che parte quest’anno dalla serata di maggior prestigio della manifestazione, quella della consegna del Premio AcquiDanza 2018. Il riconoscimento 2018 va a Mauro Bigonzetti, il coreografo, che ha fatto grande l’Aterballetto e a Daniele Cipriani, importante operatore del settore.

Bigonzetti, tra i pochi autori italiani invitati a creare per molte, importanti Compagnie di Danza in ogni parte nel mondo, sarà ad Acqui sul palcoscenico del Teatro Verdi, per ritirare personalmente l’ambito riconoscimento, alla presenza delle Autorità. Nel corso della serata il pubblico accolto, com’è ormai abitudine dalle degustazioni di prodotti del territorio, potrà assistere ad una delle creazioni storiche del grande coreografo.

Si tratta di “Mediterranea”, il balletto italiano che ha conquistato il mondo declinato sulle differenti musiche che appartengono alle molte culture del mediterraneo per la Daniele Cipriani Entertainment

“Mediterranea”, nasce nel 1993 per il Balletto di Toscana ed ottiene da subito uno strepitoso successo. Nel 2008, in occasione dei suoi quindici anni di rappresentazioni portate con successo ovunque in Italia, viene ripreso e rimontato per il Corpo di Ballo del Teatro alla Scala, segnando il primo debutto scaligero serata intera, dell’Artista.  Per l’occasione Bigonzetti non si è limitato ad una semplice ripresa dell’originale ma ha attuato una vera e propria riscrittura coreografica, imprimendo alla coreografia un impatto fisico e visivo ancora maggiore e dando al balletto il sapore della novità.  La stessa operazione si ripete oggi, a 25 anni dal suo debutto, dove la coreografia più rappresentata nel mondo di Bigonzetti, viene ripresa dai magnifici danzatori solisti della Daniele Cipriani Entertainment.

Gli spettacoli proseguono poi fino al 5 agosto, con la Compagnia Argentina di Tango che chiude un festival che coinvolge in questa edizione oltre Acqui Terme, anche Alessandria (piazza del Duomo) e alcuni centri del territorio: Tagliolo Monferrato (Castello Marchesi Pinelli Gentile, 7 luglio) e Mombaruzzo, che ospiterà ben 3 spettacoli nella suggestiva Corte di Vicolo Trieste. L’importante ampliamento della manifestazione allarga così l’offerta ad un territorio già ricco di humus culturale, che viene sempre più a configurarsi come un appuntamento di forte appeal turistico. La Manifestazione poi, attraverso gli stage, le audizioni, i workshop e le altre iniziative apre un largo spazio alla didattica e alla formazione, con la costante attenzione alla cura e alla valorizzazione dei giovani talenti di ogni nazionalità. Il grande Stage che si svolge ogni anno parallelamente al Festival, sarà ospitato come per l’anno passato negli ampi spazi del Palazzo dei Congressi  (1° al 15 luglio), concesso da una Città che sempre più rivolge la propria attenzione ai  giovani e alla  loro crescita professionale.

Il Festival, nella presente edizione porterà in scena: 9 spettacoli di cui 5 con musica dal vivo, toccando oltre ad Acqui Terme e Alessandria altre tre importanti realtà del territorio, coinvolgendo 9 compagnie. La Direzione artistica è firmata anche questa edizione da Loredana Furno, che la manifestazione ha fatto nascere e crescere ininterrottamente in questi trentacinque anni, Direzione che è confermata dalla Cessione della manifestazione da parte della Città, per i prossimi tre anni.

Condividi
Vedi anche