Autore Redazione
sabato
26 Marzo 2022
08:32
Condividi
Politica - Acqui Terme

Terme di Acqui, sindaco: “Infastiditi, dalla proprietà ogni volta una scusa per non investire”

Terme di Acqui, sindaco: “Infastiditi, dalla proprietà ogni volta una scusa per non investire”

ACQUI TERME – Il sindaco di Acqui Lorenzo Lucchini ha fatto il punto della situazione rispetto alla crisi di Terme di Acqui, dopo l’incontro avvenuto ieri con la proprietà, alla presenza dei rappresentanti della Regione e del Prefetto di Alessandria. “Al momento le posizioni sono rimaste ferme” ha sottolineato il primo cittadino all’Ansa “da parte nostra e della Regione c’è tutta la disponibilità ad aiutare e sostenere Terme di Acqui, tuttavia siamo infastiditi di dover sentire la stessa musica: da parte della proprietà c’è ogni volta una scusa per non investire”. 

“Se ci si accorge di aver fatto investimento sbagliato, è ragionevole e lecito” ha aggiunto Lucchini la proprietà può rimettere le concessioni, che sono un bene pubblico, oppure vendere le proprie strutture a un’impresa più interessata a portare avanti il comparto termale in città”. In attesa del prossimo confronto dell’amministrazione sulle proposte della Regione Lucchini ha sottolineato che “bisogna partire dal presupposto che da questa crisi se ne esce solo investendo e non riducendo ulteriormente i servizi”. 

Condividi
Vedi anche