Il credo di mister Scienza: “Il noi prima dell’io. Questa Alessandria può andare veloce”
adv-758

ALESSANDRIA – Prima ora e mezza di lavoro sul campo, al centro sportivo Michelin di Spinetta, per l’Alessandria Calcio. Ancora senza Mora e Sabato, fino a lunedì in Corea e con Morero, Vitofrancesco e Terigi impegnati in una sessione differenziata, mister Scienza ha subito introdotto il pallone nell’organizzazione dell’allenamento. Alla fine anche una partitella dedicata al possesso palla a due e tre tocchi, o finalizzata alla ricerca della profondità e al gioco verticale. Al termine il nuovo allenatore grigio ha espresso tutta la sua soddisfazione: “Ho a disposizione un gruppo molto evoluto. Potenzialmente possiamo dare e darci tante soddisfazioni. Ma dobbiamo meritarci di stare con quelle 4/5 squadre che se la giocheranno fino alla fine. Se pensiamo che la società e gli acquisti bastino sbaglieremmo. Servirà l’atteggiamento giusto. Ci sarà grande competizione e concorrenza. Dovremo mettere da parte le ambizioni personali. Mettere da parte l’io in favore del noi.” 

Infine una menzione per il lavoro della società nel mercato di rafforzamento: “Sono stati centrati tutti gli obiettivi che avevamo all’inizio, da Fischnaller a Branca, da Boniperti a Bocalon, fino a Loviso.E poi gli ultimi due colpi, Celjak e Manfrin non erano affatto semplici. Poi le situazioni si sono evolute a nostro favore” ha concluso Scienza. 

Questo mercoledì arriverà in città anche il presidente Di Masi: al mattino la squadra si dedicherà alle visite mediche, mentre al pomeriggio continuerà gli allenamenti. Stesso programma anche per giovedì, il giorno della presentazione alle 21.30 in piazza Marconi. Sabato la partenza per Bardonecchia, domenica la prima amichevole.