VOLPEDO – Il paese di Volpedo è pronto ad accogliere il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni. Questo pomeriggio alle 15 è previsto l’arrivo del premier: l’appuntamento è fissato alla Soms, dove il primo ministro parlerà della Legge a tutela dei piccoli Comuni, quelli sotto i 5 mila abitanti. Il luogo dove è nato Giuseppe Pellizza, l’autore del celebre quadro Il Quarto Stato, è stato scelto come simbolo delle realtà locali.

Insieme a Gentiloni arriveranno a Volpedo anche i due promotori della Legge sui piccoli Comuni, i parlamentari del Partito Democratico Ermete Realacci e Enrico Borghi. Presente anche il presidente dell’Anci, associazione nazionale comuni italiani, Antonio Decaro sindaco di Bari.

Paolo Gentiloni arriverà a Volpedo dopo aver incontrato al mattino a Vercelli le associazioni industriali di Alessandria, Novara e Vercelli Valsesia, per poi fare tappa a Pollenzo, in provincia di Cuneo, per inaugurare l’anno accademico dell’Università delle Scienze Gastronomiche.

L’arrivo di Paolo Gentiloni in provincia sarà anche l’occasione dei sindacati dei lavoratori edili Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil di ribadire il loro no alla modifica del Codice degli Appalti. Una rappresentanza dei lavoratori e delle parti sociali tenterà di convincere il premier a fare sottoscrivere a Palazzo Chigi l’emendamento Borioli/Esposito per salvaguardare solo in provincia di Alessandria circa 600 lavoratori.

Solo la scorsa settimana 300 dipendenti delle aziende di costruzione e progettazione delle concessionarie autostradali hanno manifestato in presidio davanti al casello di Tortona. Oggi sono attese mille persone a Roma, di fronte a Montecitorio e dalla provincia di Alessandria ne partiranno almeno 400, dirette alla Capitale. Proprio davanti ai lavoratori, giovedì scorso, il sindaco di Tortona Gianluca Bardone si era detto disponibile a lasciare il suo posto vicino al premier a favore di un rappresentante dei lavoratori.