Tutto pronto per il voto. I numeri delle elezioni 2013

Tutto pronto per le elezioni 2013, anche in provincia. Le politiche 2013 hanno già attivato le Prefetture in tutta Italia e anche ad Alessandria è stato organizzato il lavoro per far fronte all’attesa sfida elettorale. Ecco i numeri:

Corpo elettorale:
Gli elettori della Regione Piemonte sono i seguenti:

adv-41

Camera dei Deputati
Circoscrizione Piemonte 2: 343.163 elettori (di cui 164.361 maschi e 178.802 femmine). Di questi 71.092 ad Alessandria e 272.071 in provincia.

Senato della Repubblica
Elettori in provincia 321.811 (di cui 153.378 maschi e 168.433 femmine). Di questi 66.677 ad Alessandria e 255.134 nel resto della provincia.

adv-124

Camera dei Deputati
Il territorio nazionale è ripartito in 27 circoscrizioni; nella Regione Piemonte vi sono due circoscrizioni: la Circoscrizione Piemonte 1, che corrisponde alla provincia di Torino, alla quale sono attribuiti 23 seggi; Circoscrizione Piemonte 2, che corrisponde al resto della Regione, della quale fa parte la provincia di Alessandria, alla quale sono attribuiti 22 seggi.

Senato della Repubblica:
Numero dei Senatori elettivi: 315. L’elezione avviene su base regionale; alla Regione Piemonte vengono attribuiti 22 seggi in proporzione alla popolazione (4.363.916 abitanti al censimento del 2011).

Modalità di voto:
L’elettore avrà a disposizione una scheda per la Camera ed una per il Senato. Nelle schede sono raffigurati i simboli delle liste che partecipano alla competizione elettorale, rispettivamente nella Circoscrizione e nella Regione; i contrassegni delle liste sono riprodotti di seguito in linea orizzontale e disposti su tre righe in entrambe le schede.
Scheda per la Camera: scheda rosa.
Scheda per il Senato: scheda gialla.

L’elettore esprime il voto tracciando un solo segno, comunque apposto, sul rettangolo contenente il contrassegno della lista prescelta. Non è possibile manifestare voto di preferenza per i candidati, e sono vietati altri segni o indicazioni, a pena di nullità del voto. Il Ministero dell’lnterno ha richiamato l’attenzione dei Presidenti di seggio sulla disposizione di legge disciplinante la validità del voto nel caso in cui il segno sia tracciato su più riquadri contenenti i contrassegni. Sono stati richiamati inoltre i Presidenti di seggio in ordine alla stretta osservanza delle norme relative alle operazioni di spoglio delle schede. E’vietato introdurre all’interno delle cabine elettorati telefoni cellulari o altre apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini, e per chi contravviene a tale divieto sono previste sanzioni penali e ammende pecuniane. Il Presidente dell’Ufficio Elettorale di sezione inviterà l’elettore, al momento della presentazione del documento di identificazione e della tessera elettorale, a depositare ‘le predette apparecchiature che saranno restituite dopo l’espressione del voto e annotazione in un registro della presa in consegna e della restituzione.

Voto domiciliare
E’ previsto il voto domiciliare per gli elettori in dipendenza vitale da apparecchiature elettromedicali, a condizione che non possano allontanarsi dall’abitazione per dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, attestata da un certificato medico rilasciato dall’ASL, e per gli elettori affetti da gravissime infermità tali che l’allontanamento dall’abitazione risulti impossibile anche con l’ausilio dei servizi che i comuni organizzano in occasione di consultazioni elettorati. A tutt’oggi 3 elettori della Provincia di Alessandria (1 maschio e 2 femmine) hanno chiesto di esercitare tale possibilità.

Organizzazione sezioni elettorali
Il Corpo elettorale della Regione Piemonte è ripartito in 4.835 sezioni elettorali, 542 delle qualiper la Provincia di Alessandria. Le sezioni sono suddivise in 93 per Alessandria. Altri comuni della Provincia di Alessandria con un notevole numero di sezioni elettorali sono Casale Monferrato con 43, Novi Ligure con 29, Tortona con 27, Acqui Terme con 24, Valenza con 21, Ovada con 11. Mentre 114 comuni hanno una sola sezione elettorale. Verranno inoltre istituiti 13 seggi speciali, costituiti in 11 luoghi di cura da 100 a 199 posti letto ed in 2 luoghi di detenzione. 58 “seggi volanti” nei luoghi di cura con meno di 100 posti letto. In tali seggi il voto degli aventi diritto è raccolto dal Presidente del seggio nella cui circoscrizione è ricompreso il luogo di cura, assistito da uno scrutatore e dal segretario.

Il voto:
La votazione si svolgerà domenica 24 febbraio 2013 dalle ore 8.00 alle ore 22.00 e lunedì 25 febbraio 2013 dalle ore 7.00 alle ore 15.00. Sono ammessi a votare gli elettori che alle ore 22.00 di domenica e alle ore 15.00 di lunedì si trovano all’interno dei seggi.
Operazioni di scrutinio
Le operazioni di scrutinio avranno inizio lunedì 25 febbraio 2013, subito dopo la rilevazione dei votanti, prima per il Senato e poi per la Camera, e proseguiranno senza interruzione alcuna.

Tessere elettorali:
Per esercitare il diritto di voto è necessario portare con sé la tessera elettorale personale di identità o altro documento equipollente, munito di fotografia, rilasciato dalla pubblica amministrazione anche se scaduto, purché risulti regolare sotto ogni altro aspetto e purché possa assicurare la precisa identificazione del votante. L’elettore può essere identificato anche con tessera di riconoscimento rilasciata dall’Unione Nazionale Ufficiali in congedo d’Italia, purché munita di fotografia e convalidata da un Comando Militare o tessera di riconoscimento rilasciata da un ordine professionale, purché munita di fotografia. In caso di smarrimento della tessera elettorale o qualora tutti i 18 spazi risultino esauriti, occorre richiederne il duplicato agli uffici comunali, che a tal fine resteranno aperti fino a sabato 23 febbraio dalle ore 9.00 alle ore 19.00, e nei giorni di domenica 24 febbraio e lunedì 25 febbraio per tutta la durata delle operazioni di voto. Si raccomanda quindi di controllare per tempo la propria tessera elettorale.