Cermelli su Atm: al lavoro per tutelare lavoratori e cittadini
adv-419

L’Atm, azienda di trasporto di Alessandria è pronta a riconiciare da capo. Il consiglio di amministrazione è stato rinnovato e ora è tempo di pensare al futuro. Il nuovo presidente è Gian Franco Cermelli, consigliere provinciale dei Moderati. Vice Presidente è invece Ezio Bressan. I tre consiglierei saranno invece Fabio Barisione, Paola Crescenzi, Maria Grazia D’Oca. Il collegio sindacale sarà invece rappresentato dal presidente Francesco Di Pasquael e dai sindaci Angelo Enrico Marchelli e Maurizio Pavignano. Tutti rimarranno in carica fino al 31 dicembre 2014. Radio Gold ha raggiunto il neopresidente Gian Franco Cermelli per provare a capire come si muoverà il nuovo cda.
Cominciamo dalla sua nomina. Le partecipate non godono di ottima salute in città in questo momento. Preoccupato per il suo incarico?
Devo ringraziare il sindaco di Alessandria e l’amministrazione per la fiducia che mi è stata data in un momento molto delicato, non solo per la città, evidentemente, ma anche per l’Atm.
Adesso però viene il difficile, gestire un’azienda con le note difficoltà, la necessità di recuperare il denaro dovuto, tutelare il servizio e poi la necessità di dare risposte ai cittadini.
La prima cosa è mettere i piedi all’interno dell’azienda e capire bene le problematiche da vicino. Io attualmente le conosco attraverso gli organi di informazione. Sarà importante confrontarsi all’interno dell’azienda e capire quali sono le risorse e le possibilità per poter cercare di fare il meglio. Io sono razionale e cercherò di tenere presente che sono servizi destianti al cittadino e i cittadini vanno messi in cima della piramide. Ci sono le difficoltà, lo sappiamo, ma credo che sia fondamentale far capire l’assoluta volontà politica di dare risposte e di poter fornire la maggior parte dei servizi, di mantenerli nonostante i gravi problemi.
Lei però avrà assunto l’incarico dopo aver analizzato in qualche modo la situazione dell’azienda. Un’idea se la sarà fatta visto che i Moderati sono stati i più critici nei confronti della passata gestione dell’azienda.
Noi abbiamo criticato la vecchia gestione ma è chiaro che le difficoltà ci sono per tutti. Cercheremo di procedere nel miglior modo possibile. Io chiedo solo che mi si dia il tempo di addentrarmi nei problemi dell’azienda per comprenderne le criticità. Dovremo fare squadra per dare risposte in un momento in cui manca la liquidità. Mese per mese ci sono problemi nel pagare gli stipendi e questo sarà uno dei primi nodi da sciogliere.
Questo comporta anche la necessità di ricevere denaro dal Comune, dalla Regione.
Certo, ci sono somme che dobbiamo ricevere, sappiamo che è un momento in generale difficile per il trasporto locale. Dobbiamo cercare di portare avanti con tanto impegno un percorso destinato a dissipare le difficoltà.
Senza dimenticare i lavoratori. Ogni giorno si parla del loro futuro nelle partecipate e quindi anche in Atm.
Dietro i lavoratori ci sono delle famiglie e quindi cercheremo di tutelare al massimo i dipendenti. Vedremo qual è effettivamente la situazione. Le voci che ci sono in tutto l’alessandrino parlano di esuberi, non solo in Atm. Vedremo di affrontare queste situazioni con le parti sociali cercando di limitare al massimo questi disagi.
Proprio le parti sociali chiedono velocità nelle azioni. L’Atm a questo punto deve accelerare tutti i percorsi.
Chiedo solo di avere il tempo per entrare in Atm e poi la questione lavorativa asarà la prima ad essere affrontata.