Caso Alessandria, entro pochi giorni il tavolo interministeriale. Poi il faccia a faccia sindacati – ministro D’Alia

Qualche altro significativo sviluppo da Roma. Questo hanno comunicato alle parti sociali i parlamentari alessandrini del Pd, di Sel e di Scelta Civica, e il sindaco Rossa, nel confronto di questo lunedì mattina, a proposito dell’emergenza Alessandria. Nel pomeriggio gli stessi CGIL, CISL e UIL, hanno fatto il punto della situazione nella riunione di coordinamento con i rappresentanti dei lavoratori delle partecipate della galassia Comune, avvenuta nella sede della CISL. Il governo centrale avrebbe rassicurato i parlamentari a proposito della creazione del tavolo interministeriale su Alessandria, in programma entro questa settimana, nella Capitale, dedicato anche a Napoli e Reggio Calabria, alla presenza dei tre primi cittadini. La prossima settimana invece, le parti sociali delegate alla Funzione Pubblica, comprese quelle alessandrine, terranno alta l’attenzione sul capoluogo in dissesto in un faccia a faccia già fissato con il ministro della Pubblica Amministrazione, Gianpiero D’Alia. Tema cardine di questi tavoli sarà il rifinanziamento degli ammortizzatori sociali in deroga per tutti i dipendenti a rischio esubero, del Comune e delle partecipate. A proposito dei lavori in aula,poi, la discussione sul decreto paga-debiti, così è stato comunicato, dovrebbe passare al Senato entro il prossimo 7 giugno, con l’inclusione di Alessandria tra le realtà da rifornire. Dal punto di vista locale, infine, questa sera alle 17 i sindacati incontreranno i capigruppo dei consiglieri comunali di Palazzo Rosso, per chiedere una unità d’intenti invocata già a gran voce da CGIL, CISL e UIL in occasione dell’annuncio dell’assemblea pubblica del prossimo 10 giugno, in piazzetta della Lega.