Immagine Le cuoche di Costruire Insieme occupano Palazzo Rosso e chiedono le dimissioni del sindaco
adv-812

Le cuoche di Costruire Insieme hanno voluto dare maggiore forza alla loro protesta, iniziata due settimane fa. In camper da giorni davanti a Palazzo Rosso per ricordare a tutti “le problematiche lavorative future e i mancati pagamenti delle vertenze per irregolarità dei contratti, pari a circa 100 mila €”, le lavoratrici, insieme ai rappresentanti sindacali USB, hanno occupato, ieri pomeriggio, la sala del Consiglio Comunale di Palazzo Rosso mentre era in corso la seduta della commissione territorio.
La protesta è poi finita in sala giunta dove le cuoche hanno srotolato dalle finestre alcuni striscioni per poi incontrare il sindaco Rita Rossa. il confronto però, ha riferito l’Usb, non ha placato gli animi “anzi, si è tradotto in una discussione molto accesa che ha aperto gli occhi definitivamente alle lavoratrici: ‘tutti i precari licenziati’ oppure le solite dichiarazioni: ‘ho le mani legate dalle leggi e da Roma….’ 
Le risposte ottenute hanno provocato l’indignazione di lavoratrici e Usb ed è così stata formulata al primo cittadino la richiesta di rassegnare le ‘dimissioni’.  Terminato l’incontro, le cuoche precarie di Costruire Insieme e i delegati Usb hanno deciso di andare avanti con l’occupazione. Passata la mezzanotte hanno poi lasciato Palazzo Rosso per riprendere il presidio in camper.