Il collegamento tra Casale e Vercelli non è ancora segnato e anzi, per l’amministrazione, ci sono ampi margini di manovra per mantenere e ripensare il servizio. Molto probabilmente si dovrà dire addio al treno per passare al trasporto su gomma con la possibilità, sostiene l’amministrazione, di una definizione degli orari più elastica oltre all’eventuale aggiunta di altre fermate. Le nuove prospettive per la Casale-Vercelli sono emerse dopo due incontri, con la Regione e con la Provincia di Vercelli, avvenuti nei giorni scorsi con protagonisti il sindaco di Casale Monferrato, Giorgio Demezzi, e l’assessore alla viabilità e trasporti, Federico Riboldi. “Cambierà la  modalità di gestione dei collegamenti tra Casale Monferrato e Vercelli  – ha spiegato il sindaco  Demezzi –  e sono certo che  lavorando compatti si riuscirà a ottenere dei  buoni risultati per i pendolari e gli studenti che utilizzano la linea. Andando verso un servizio su gomma si potrà avere una più elastica definizione degli orari, in modo da potenziare le ore di maggior utilizzo e definire eventuali fermate aggiuntive che siano maggiormente compatibili con le esigenze degli utenti“. Su quest’ultimo punto il primo cittadino casalese ha voluto l’impegno della Regione Piemonte a  coinvolgere le associazioni dei pendolari: “Sono loro che conoscono meglio la realtà ed è giusto che si tenga conto delle loro esigenze. Da parte nostra, consapevoli della necessità della Regione di effettuare tagli al Bilancio, continueremo a vigilare attentamente affinché un servizio che unisca le due città non solo sia mantenuto, così come ci è stato assicurato, ma che possa trovare quei correttivi che, ahimé, negli ultimi anni non si sono avuti con quello ferroviario”. 
Con i dati in possesso della Regione Piemonte, che parlano di una media di una cinquantina di viaggiatori nelle ore mattutine e serali (con punte di 65 utenti) e di sette o otto persone in alcune corse, si potrà ora calibrare meglio i ventiquattro viaggi quotidiani dodici di andata e dodici di ritorno).
Sia io sia l’assessore Riboldi proseguiremo, come abbiamo fatto fino ad oggi, a monitorare la situazione ricercando interfacciandoci tempestivamente con la Regione per trovare le eventuali soluzioni ai problemi che potranno sorgere – ha sottolineato il sindaco Demezzi“. 
E infatti proprio giovedì scorso,  4 luglio, l’assessore ai Trasporti di Casale Monferrato  Federico Riboldi si è incontrato con i  sindaci dei Comuni compresi tra la capitale monferrina e la città di Vercelli per discutere delle problematiche della linea. Data l’importanza del tema trattato, erano presenti nella Sala Baltaro della Provincia di Vercelli anche l’assessore provinciale biciolano Angelo Dago, il dirigente provinciale  Giorgetta Liardo e vari funzionari. “La cancellazione della Casale – Vercelli avrebbe portato  numerosi disagi per la popolazione  – ha spiegato l’assessore Riboldi –, soprattutto per quanto riguarda gli  studenti  e i  lavoratori pendolari della nostra città e del territorio circostante. Una decisione che penalizzerebbe l’intero territorio: continueremo a fare tutto il possibile per trovare una soluzione al problema. Infatti, già durante l’incontro di giovedì scorso, si è subito parlato, anche con i gestori delle linee di autobus, di nuovi collegamenti su gomma, affinché già da settembre non ci sia alcun disagio”.