adv-818

Dopo tante cattive notizie, con il taglio della linea ferroviaria e il prossimo aumento delle tariffe del trasporto pubblico in Piemonte, per i pendolari che viaggiano quotidianamente da Casale a Vercelli, e viceversa, è finalmente arrivata una buona notizia. Gli abbonati casalesi che utilizzano la linea di autobus Casale – Vercelli potranno infatti usufruire del bonus “Amicobus”. L’agevolazione permette di ottenere uno sconto sull’acquisto dell’abbonamento ai servizi automobilistici e mitigare gli aumenti tariffari dovuti alla separazione delle linee prima servite in parte da treni e in parte da bus.

Come Amministrazione comunale – hanno spiegato gli assessori casalesi Giampiero Farotto e Federico Riboldicontinuiamo nell’impegno costante per agevolare il più possibile i molti pendolari che quotidianamente utilizzano i mezzi pubblici da e per Casale Monferrato. Ed è proprio per questo che, una volta avuta l’ufficialità della sospensione della linea ferroviaria per Vercelli, ci siamo subito attivati per trovare soluzioni tangibili agli eventuali disagi che ciò avrebbe comportanto. Grazie alla proficua e importante collaborazione della Provincia di Vercelli si è quindi giunti a inserire anche i pendolari casalesi nel progetto AmicoBus».

La Provincia di Vercelli ha avviato un censimento dei potenziali aventi diritto all’agevolazione tariffaria riservata ai titolari di abbonamento, almeno mensile, ai servizi ferroviari e di un abbonamento, sempre mensile, ai servizi automobilistici effettuati in sostituzione delle linee ferroviarie sospese Casale – Vercelli e Santhià – Romagnano Sesia – Arona.

adv-704

Chiunque fosse interessato ad accedere all’agevolazione dovrà scaricare i moduli dal sito della Provincia di Vercelli (accessibile anche dalla sezione Trasporti di www.comune.casale-monferrato.al.it) e trasmetterlo all’indirizzo [email protected] con copia degli abbonamenti, sia ferroviari sia automobilistici, acquistati nel corso del 2013.

Quando l’agevolazione AmicoBus sarà definitivamente operativa, l’utente dovrà prima acquistare l’abbonamento ferroviario e solo dopo acquistare l’abbonamento al servizio automobilistico presentando l’abbonamento del treno.

«Per agevolare il più possibile i pendolari – hanno concluso Giampiero Farotto e Federico Riboldi – si è concordato che un incaricato della Provincia di Vercelli salisse direttamente sugli autobus per dare informazioni riguardanti AmicoBus e per ritirare i moduli».

adv-575