adv-616

Questo lunedì si celebra la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne. ll ‘no’ agli abusi verrà rimarcato attraverso concerti, reading, spettacoli, organizzati in tutto il Paese. Per denunciare il dramma della violenza e per dare maggiore visibilità alla giornata di mobilitazione internazionale, un gruppo di associazioni ha però proclamato anche lo sciopero delle donne”. Le lavoratrici, questo lunedì, sono state invitate ad incrociare le braccia, per alcune ore o anche per l’intera giornata e indossare indumenti di colore rosso, scelto ancora una volta per non dimenticare tutte le vittime di violenza. Pur condividendo e sostenendo la giornata internazionale di lotta per l’eliminazione della violenza contro le donne e il femminicidio, la Rsu del Comune di Alessandria questo lunedì andrà regolarmente al lavoro. In questo difficile momento economico e occupazionale, ha spiegato Antonella Frache, le dipendenti del Comune, in particolare quelle addette ai servizi educativi, hanno deciso di non scioperare per non creare disagi alle tante donne e mamme lavoratrici. Le dipendenti del Comune, ha aggiunto, parteciperanno comunque alla giornata, indossando una maglietta rossa e distribuendo a tutte le famiglie una copia della lettera inviata alla Presidente della Camera Laura Boldrini. Anche dalla Rsu del Comune è infatti partito l’invito a tutte le donne e gli uomini della città ad aderire “anche solo simbolicamente alla giornata”. Per dire ‘no’ alla violenza sulle donne si potrà anche solo indossare qualcosa di rosso, oppure partecipare a uno dei numerosi incontri e appuntamenti organizzati in tutta la provincia. Tra le tantissime iniziate, ad Alessandria, alle 12 verrà tra l’altro sottoscritto un protocollo d’intesa per la nascita della ‘rete antiviolenza alessandrina’, di cui faranno parte il Comune di Alessandria, Provincia, Cissaca, Prefettura, Procura della Repubblica di Alessandria, Questura, Legione Carabinieri “Piemonte e Valle d’Aosta” – Comando Provinciale di Alessandria, ASL AL, ASO, Ufficio Scolastico Provinciale, Ordine degli Avvocati di Alessandria, l’associazione Me.Dea Onlus e la cooperativa sociale Azimut.

La giornata internazionale contro la la violenza sulle donne, nel capoluogo, proseguirà poi al Conservatorio ‘Vivaldi’, in via Parma 1. La serata, organizzata dalla Consulta Comunale per le Pari Opportunità del Comune di Alessandria e la Commissione per le Pari Opportunità della Provincia di Alessandria, vuole essere un’occasione per prendere coscienza della battaglia quotidianamente in atto per fare valere il diritto delle donne e degli uomini ad un diverso modo di vivere le relazioni. Il programma prevede, dalle 21, presso il Conservatorio “Vivaldi” di via Parma, 1, letture tratte da “Ferite a morte”, libro di Serena Dandini, e musiche di Bellini, Buccini, Rossini e Verdi eseguite dal soprano Song Jin Young con, al piano, Heejin Byeon, e di I. J. Cox, Aguilera e Martini eseguite da Annamaria Sotgiu.

Le letture saranno affidate a donne protagoniste della vita civile, imprenditoriale e artistica della città: Romilda Tafuri, prefetto, Rita Rossa, sindaco, Patrizia Bigi, direttrice della Biblioteca, Marcella Bosco, P.M., Francesca Brancato, Me.dea, Collettivo Teatrale C.E.T., Teatro Tascabile di Alessandria, Angela Colombo, direttrice Conservatorio, Giulia Gastaldo, Cultura e Sviluppo, Vittoria Oneto, assessore Cultura, Barbara Paglieri, amministratore Delegato Paglieri spa, Oria Trifoglio, responsabile Struttura Complessa Ostetricia e Ginecologia ASO, Manuela Ulandi, presidente Confesercenti, e Compagnia Teatrale “Stregatti”.

adv-70

Al Teatro Civico di Tortona, alle 17, si terrà invece il convegno “Pensavo fosse amore…”. Interverranno Federico Chiodi, assessore alle Pari Opportunità, Claudio Baldi, Parroco e insegnante di Teologia nel Seminario Interdiocesano, Roberto Ghiorzi, Comandante Compagnia dei Carabinieri di Tortona, Monica Milano, vice presidente del Centro antiviolenza Me.dea di Alessandria, Beniamino Palenzona, direttore del Pronto Soccorso dell’Ospedale Tortona – Novi Ligure, Patrizia Tuis, avvocato del Foro di Tortona. Durante il convegno Serena Pasetti e Claudia Chiodi interpreteranno delle letture liberamente tratte da “La donna che sbatteva nelle porte” di Roddy Doyle.

La legge del 15 ottobre scorso per il contrasto della violenza di genere, nata con l’obiettivo di prevenire il femminicidio e proteggere le vittime, sarà invece al centro della conferenza organizzata dalla Consulta delle Donne e delle Pari Opportunità del Comune di Casale Monferrato . Relatrice dell’incontro, in programma alle 18, sarà l’avvocato Chiara Reposo.

Intanto in occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, la Fondazione Cassa di Risparmio e la Prefettura di Alessandria hanno avviato una campagna di informazione e di sensibilizzazione dell’opinione pubblica che si è concretizzata nella realizzazione e affissione di manifesti nel capoluogo e nelle località di Acqui Terme, Casale Monferrato, Novi Ligure, Ovada, Tortona, Valenza. Basta subire! È lo slogan, tradotto in più lingue tra cui anche arabo, cinese e cirillico, che compare a caratteri cubitali sui manifesti accanto al numero verde di emergenza 1522 al quale le donne possono rivolgersi per chiedere aiuto.

adv-208