Ulandi (Confesercenti): ‘ok alla revisione delle tariffe dei parcheggi ma manca una regia’
adv-848

Le nuove tariffe dei parcheggi, ad Alessandria, soddisfano, ma non del tutto, i commercianti. L’associazione Confesercenti infatti ha apprezzato la presentazione della rimodulazione tariffaria delle soste ad Alessandria ma con alcune perplessità, sollevate da Manuela Ulandi, presidente della zona di Alessandria. Non è il provvedimento a seminare dubbi ma la sua collocazione all’interno di un progetto che dovrebbe affrontare strutturalmente i problemi del commercio: “non siamo completamente soddisfatti perché speravamo in una progammazione che richiediamo sempre con costanza – ha spiegato Manuela Ulandi. Sarebbe stato meglio far partire tutte le inziative nataliazie insieme. La lotteria, le luci pagate da commercianti e Camera di Commercio, il trenino, sono tutte iniziative che avrebbero dovuto essere valorizzate insieme e in rete. Questa è la mancanza di programmazione che noi invece riteniamo fondamentale per presentare gli eventi che si alternano in città. Questa delle tariffe è un’iniziativa certamente pregevole e ringraziamo il sindaco così come l’assessore Marcello Ferralasco per la competenza e la professionalità dimostrate, ma al contempo non possiamo non sottolineare l’assenza di una regia che impedisce una programmazione e una pianificazione nei tempi. Peraltro su un evento sicuramente non estemporaneo come il Natale, che cade sempre nello stesso periodo dell’anno. Comunque cogliamo l’attenzione verso il commercio, così come ci fa piacere il riscontro degli eventi che stiamo organizzando in questi giorni”.
In sostanza la Confesercenti denuncia il ritardo nella riorganizzazione degli stalli: “con l’ultimo weekend di novembre e poi con l’Immacolata, sono iniziati tutti gli eventi e le manifestazioni che fanno partire il Natale. Le grandi strutture che sanno fare marketing in maniera professionale, su un’accensione di un albero o un’attrazione creano l’evento. Questo delle tariffe dei parcheggi è uno sforzo importante e farlo in un tempo non adeguato non è il massimo. Oggi invitiamo ancora una volta a programmare e pianificare e a non fare iniziative estemporanee che poi fanno perdere smalto e valore alle singole iniziative. Sono impegni importanti quelli dell’amministrazione e vanno valorizzati al massimo”.