OVADA – Cgil, Cisl e Uil e le rispettive categorie del Pubblico Impiego mercoledì 7 novembre si raduneranno in presidio davanti alla sede Inps di Ovada. Obiettivo della protesta dei sindacati è puntare i riflettori sui disagi causati dall’unica apertura settimanale dello sportello in via Cairoli.

L’ufficio, hanno ricordato Cgil, Cisl e Uil, apre le porte ai cittadini solo il mercoledì dalle 8.30 alle 12.30. Troppo poco, secondo i sindacati, per rispondere alle richieste degli ovadesi e dei cittadini di almeno 16 Comuni vicini. “Sono tante le persone che tutti i mercoledì affrontano una lunga attesa per poter parlare con gli addetti allo sportello – hanno spiegato Cgil, Cisl e Uil – e una parte è costretta a rinunciare, non per responsabilità degli operatori, ma per mancanza di tempo utile per poter essere ascoltata”. Una situazione che per i sindacati è diventata “intollerabile” soprattutto perché l’Inps è un servizio pubblico “sostenuto economicamente con il contributo di lavoratori e pensionati, che non riesce direttamente a rispondere alle necessità dei propri utenti”.

Decisi a ottenere l’apertura dello sportello dal lunedì al venerdì, Cgil, Cisl e Uil mercoledì 7 novembre manifesteranno davanti alla sede Inps, in via Cairoli 66 a Ovada, dalle 8.30 alle 13.