Spaccatura nel Pdl a Valenza: Spinelli non digerisce ‘le feroci critiche’ alla Giunta Cassano e passa al Gruppo Misto

L’approvazione del bilancio di previsione di Palazzo Pellizzari ha ancora una volta evidenziato le frizioni tra la maggioranza, o almeno una parte, e la Giunta del sindaco Sergio Cassano. Durante il dibattito il consigliere Angelo Spinelli ha infatti abbandonato il suo posto tra le fila del Gruppo per Pdl per accomodarsi nel banco “storicamente occupato” quando ricopriva il ruolo di consigliere di minoranza. Con il cambio di sedia Spinelli non ha però segnato la distanza da sindaco e assessori, bensì dai colleghi del Gruppo Pdl preannunciando il suo passaggio al Gruppo Misto. Spinelli, ha spiegato a Radio Gold News, non ha infatti digerito le pubbliche stilettate rifilate alla Giunta da una parte dei consiglieri del Pdl presenti in Consiglio. Rimbrotti contestati da Spinelli sia nel contenuto ma, soprattutto, nella forma. I panni sporchi sostanzialmente ‘si lavano in casa’ e per dissentire quando si fa parte della maggioranza, ha sottolineato Spinelli, ci sono “luoghi e modi differenti” da una seduta del Consiglio Comunale. Questo, ha aggiunto, soprattutto se a quelle critiche sull’operato dell’esecutivo di Palazzo Pellizzari fa poi seguito un voto favole ai bilanci. “La politica non è un gioco – ha aggiunto l’ormai ex consigliere del Pdl – Non si possono fare critiche feroci, attaccare pubblicamente la propria Giunta e poi dire ‘comunque il nostro voto sarà favorevole’. Il mio modo di interpretare la politica e la democrazia è diverso. Se si dissente allora non si vota a favore”. Fedele al 100% alla Giunta Cassano e convinto della bontà dell’operato dell’esecutivo di Palazzo Pellizzari, Spinelli ha preso le distanze “dalla confusione” che sembra ormai contraddistinguere una parte della maggioranza “feroce” nelle critiche, ma poi docile al momento delle votazioni. “E’ un controsenso secondo me dettato dalla volontà di finire una volta in più sui giornali e sfruttare la popolarità a fini elettorali” ha quindi concluso Angelo Spinelli.

Diverse le reazioni in casa Pdl dopo il passaggio di banco del ‘fedelissimo’ della Giunta Cassano. Se Paolo Patrucco ha violentemente chiuso la porta a repliche e interviste, pronto a partire per le vacanze e lasciarsi alle spalle la politica almeno per qualche giorno, con garbo Alessandro Deangelis ha invece preferito non commentare la scelta di Spinelli, motivando invece il suo “” al bilancio previsionale del Comune di Valenza. Un documento contabile frutto di una maggiore condivisione, ha spiegato, e segno di “discontinuità” rispetto al passato e ad alcune scelte, in particolare su commercio e Polizia Municipale, adottate da ormai “ex membri della Giunta Cassano“. Difficile ormai tenere insieme anime politicamente sempre più distanti dopo la spaccatura del Popolo della Libertà a livello nazionale, ha invece sottolineato Luca Rossi, rimasto ‘fuori’ dal dibattito sul previsionale in Consiglio, rivestendone il ruolo di Presidente.

A pochi mesi dalle elezioni, la spaccatura all’interno del Pdl secondo Mauro Milano e Luca Barbero del Pd rischia invece di consegnare una fine legislatura “di basso profilo politico” alla città. “Tirare a campare fino alle elezioni” ha sottolineato in particolare Barbero non sarà però di aiuto a Valenza, città che avrebbe bisogno “di scelte a volte anche un po’ coraggiose” per uscire dalla crisi.

adv-553