uiltucs_alessandria
adv-330

ALESSANDRIA – Un’altra vittoria legale per Uiltucs Alessandria. Il sindacato ha comunicato che il Tribunale di Alessandria ha dato ragione a una dipendente del servizio di refezione scolastica che, col cambio di appalto, si era vista diminuire le ore di lavoro. Il giudice, ha sottolineato il sindacato, “si è espresso a favore della completa applicazione del Contratto nazionale di lavoro”.

Come Uiltucs abbiamo sempre sostenuto, fin dall’inizio, che era importante il riconoscimento delle tutele previste dal Contratto Collettivo Nazionale, inerenti al mantenimento delle condizioni acquisite (ore lavorate, rispetto del livello, anzianità di servizio). Le tutele sono estese non solo all’azienda aggiudicataria dell’appalto ma anche ad Artana Alimentare che pure ha sempre sostenuto di essere esente essendo in avvalimento. La lavoratrice sostenuta dalla Uiltucs e dall’Ufficio legale dell’Avvocato Francesca Busso di Torino con la vittoria vedrà l’integrazione dell’orario lavorativo che gli era stato ridotto. Ancora controverso il giudizio sull’individuazione dell’eventuale ruolo delle figure di coordinamento sempre rispetto a quanto previsto dal contratto collettivo”.

“Per noi e per tutti i dipendenti dell’appalto mense scolastiche è una grande vittoria e il riconoscimento nonché l’applicazione di un principio importantissimo del contratto nazionale che tutela i lavoratori e le lavoratrici nella delicata fase di cambio di appalto” ha sottolineato Maura Settimo, segretario Uiltucs Alessandria “Proprio questa è la ragione che ci ha portato all’avvio del percorso legale ormai intrapreso più di un anno fa”.

adv-125

Nei prossimi giorni sono previste ulteriori date di udienza per altri lavoratori.

Nella foto un presidio di Uiltucs Alessandria sotto il Comune, insieme alle dipendenti del servizio di refezione scolastica

adv-364