asilo
adv-552

ALESSANDRIA – Ai microfoni di Radio Gold, una ascoltatrice e mamma di un bimbo che frequenta un asilo nido ad Alessandria ha espresso tutto il suo rammarico per la quella che, secondo la sua ricostruzione, potrebbe rivelarsi la mancata possibilità di poter usufruire di una normativa regionale che, se applicata al suo caso, le consentirebbe di non dover pagare la retta di 400 euro al mese, in virtù del suo Isee inferiore ai 15 mila euro.

Dopo averci sperato fino alla fine, la donna ha invece sottolineato di essere stata ricontattata qualche giorno fa dai Servizi Educativi di Alessandria dove sarebbe stata informata sul fatto che il buono per i servizi per la prima infanzia non potrà essere applicato nel Comune capoluogo perché Palazzo Rosso non avrebbe la possibilità economica di sostenere questa iniziativa.

“Fino alla scorsa settimana sembrava una ipotesi concreta, poi tutto è cambiato” ha detto la donna ora sembra proprio che toccherà anche alla mia famiglia spendere 400 euro al mese, una cifra che si farà sentire nell’economia famigliare“.

adv-956

Contattata dalla redazione di Radio Gold, però, l’assessore ai Servizi Educativi Silvia Straneo ha voluto vederci chiaro e allertato gli uffici dei Servizi Educativi, a proposito di questa normativa, per poi sottolineare che ci sarebbe ancora tempo per l’amministrazione di aderire al bando, visto che aprirà dal 1° ottobre. “Vedremo insieme agli uffici quali potranno essere le attività da mettere in campo” ha detto l’assessore che, nelle prossime ore, entrerà ancor di più nel dettaglio per capire il da farsi.