roberto rosso
adv-377

PIEMONTE – “Roberto Rosso (foto) non era obbligato a dimettersi, la sua è stata una scelta etica autonoma per senso di responsabilità politica“. Lo ha detto Giorgio Piazzese, avvocato dell’ex assessore regionale del Piemonte. Quest’ultimo è stato accusato di aver chiesto voti ai clan della ‘ndrangheta per essere eletto. Dopo il suo arrestato, Rosso si è dimesso da consigliere regionale del Piemonte e da consigliere comunale di Torino.

Una decisione personale, maturata nella sua coscienza per il rispetto verso le istituzioni e i cittadini” ha aggiunto il legale consapevole della propria totale estraneità alla criminalità organizzata, auspica che la vicenda sia trattata nelle competenti sedi giudiziarie, le sole dove può e deve trovare soluzione”.